Scoppio in falegnameria, artigiano morto a Empoli

scoppio falegnameria
Foto Controradio

Ferito il figlio poi trasportato in ospedale. Incidente sul lavoro, artigiano morto a Empoli

I vigili del fuoco stanno intervenendo a Empoli, in via Pontorme, per una esplosione in una falegnameria. Coinvolte due persone, padre e figlio. Un ferito è stato preso in carico dal 118, mentre per l’altra, liberata dalla squadra dei vigili del fuoco, il medico ha constatato il decesso. La vittima sarebbe il genitore, Francesco Santiccioli, 68 anni. E’ il quinto decesso sul lavoro in Toscana dal 30 gennaio.

L’esplosione sarebbe stata causata dallo scoppio di un apparecchio con cui l’uomo stava lavorando nel proprio laboratorio. Secondo quanto appreso, all’interno c’erano il falegname rimasto ucciso e il figlio, salvato dall’intervento dei vigili del fuoco e del 118, poi portato in ospedale. Sul posto sono andati i carabinieri insieme all’Ispettorato del Lavoro dell’Asl Toscana Centro. Al momento non ci sono altre informazioni, nè immagini dell’intervento.

Si tratta del quinto incidente mortale sul lavoro in pochi giorni dal 30 gennaio: il 2 febbraio un operaio di 23 anni è morto schiacciato sotto una pressa a Montale. Il giorno precedente in un infortunio avvenuto a Castelfranco di Sotto (Pisa), aveva perso la vita un uomo di 51 anni, titolare di una ditta di termoidraulica, che stava effettuando una manutenzione a una cisterna in una conceria. Il 30 gennaio era morto un ciclofattorino a Montecatini Terme, mentre svolgeva una consegna.
0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments