Amici della Musica con Jordi Savall, Hespèrion XXI e Brentano String Quartet

BRENTANO QUARTET - Misha Amory/ viola, Serena Canin/violin (glasses), Nina Lee/cello, Mark Steinberg/violin (glasses) www.http://brentanoquartet.com/

La Stagione Concertistica degli Amici della Musica di Firenze porta alla Pergola uno dei concerti più attesi: Jordi Savall ed Hespèrion XXI che sabato 19 gennaio alle 16 proporranno il concerto “L’Europa Musicale dal Rinascimento al Barocco”. Domenica 20 gennaio alle 21, protagonisti al Saloncino il Brentano String Quartet

La Stagione Concertistica degli Amici della Musica di Firenze porta alla Pergola uno dei concerti più attesi: Jordi Savall ed Hespèrion XXI che sabato 19 gennaio alle 16 proporranno il concerto “L’Europa Musicale dal Rinascimento al Barocco”.Nel 1974, a Basilea, Jordi Savall e Montserrat Figueras, proprio con Lorenzo Alpert e Hopkinson Smith fondarono il gruppo Hespèrion XX, un gruppo di musica antica che intendeva recuperare e diffondere il ricco e affascinante repertorio musicale anteriore al XIX secolo a partire da nuove premesse: i criteri storici e gli strumenti originali. Il suo nome, Hespèrion, significa “originario di Esperia”, che nell’Antica Grecia era la denominazione delle penisole più occidentali d’Europa: quella iberica e quella italiana. Era anche il nome che riceveva il pianeta Venere quando compariva ad Occidente. Fin dagli inizi, Hespèrion XXI assunse una direzione artistica chiara e innovativa che finirà per fare scuola nel panorama mondiale della musica antica, perché concepiva e concepisce la musica antica come strumento di sperimentazione musicale, con cui si ricerca la massima bellezza e l’espressività delle interpretazioni. Qualsiasi interprete di musica antica è in debito con lo spirito originale di ciascun’opera e bisogna imparare a collegarcisi attraverso lo studio dell’autore, degli strumenti dell’epoca, dell’opera in sé e delle sue circostanze concrete.

Il repertorio di Hespèrion XXI include, tra le varie cose, opere di repertorio sefardita, romanze castigliane, pezzi del Secolo d’Oro Spagnolo e l’Europa delle Nazioni. Alcuni dei loro programmi di concerti più celebrati sono stati Il canzoniere di Santa Maria di Alfonso X il Saggio, La Diaspora Sefardita, le musiche di Gerusalemme, di Istanbul, dell’Armenia o le Folías Criollas. Ha pubblicato più di sessanta CD e in questo momento tiene concerti in tutto il mondo e partecipa abitualmente ai grandi Festival Internazionali della Musica Antica.

Domenica 20 gennaio alle 21, protagonisti al Saloncino del Teatro della Pergola Mark Steinberg e Serena Canin ai violini, Misha Amory alla viola e Nina Maria Lee al violoncello. Il Brentano String Quartet, che prende il nome da Antonie Brentano, che alcuni studiosi considerano l‘Amata Immortale di Beethoven, eseguirà musiche di Haydn, Aucoin, Carter e Mendelsshon. Fin dalla sua fondazione nel 1992, il Quartetto Brentano si è contraddistinto per la brillantezza tecnica, la raffinata percezione musicale e l’estrema eleganza stilistica. Nel giro di un anno, ha ricevuto nomination a importanti premi come Naumburg Chamber Music Award e Martin E. Segal Award. In occasione della sua prima apparizione alla Wigmore Hall di Londra, il Quartetto è stato premiato con il Royal Philharmonic Society Music Award come debutto di maggior successo (1997). Il Quartetto è diventato il primo “quartet in residence” dell’Università di Princeton nel 1999. Nel 1995 è stato scelto dalla Chamber Music Society del Lincoln Center per partecipare alla stagione inaugurale della Chamber Music Society Two, dedicata ad artisti e musicisti da camera emergenti. Il repertorio del Quartetto spazia dalla musica antica a quella contemporanea: negli anni, ha collaborato assiduamente con compositori quali Elliot Carter (1908-2012) e György Kurtág, e ha eseguito opere commissionate a Milton Babbitt, Chou Wen-Chung, Charles Wuorinen, Bruce Adolphe, Steven Mackey e Jonathan Dawe.

Biglietti concerti da 17 a 28 euro. Tutte le info e il programma completo della stagione su www.amicimusicafirenze.it.

avatar