Pistoia, amministrative: per Polo Progressista nome Fratoni è arroccamento PD

Pistoia, Fratoni
Foto Controradio

La scelta dell’assemblea del Pd di candidare Federica Fratoni a sindaco di Pistoia rappresenta “un arroccamento autoreferenziale e lontano da una reale volontà di intesa”. Così Movimento 5 Stelle, Sinistra civica ecologista, Possibile e Verdi-Europa Verde in una nota congiunta.

“Il polo progressista ed ecologista  che da mesi ha avviato un percorso unitario in vista delle elezioni comunali a Pistoia, prende atto della candidatura di Fratoni“, “una scelta che arriva al termine di tre settimane in cui la segreteria comunale del Pd ha sospeso e rinviato la riunione, da noi sollecitata, del tavolo di coalizione” e “che fa tornare il confronto al punto di partenza: a una candidatura informalmente in campo da più di un anno, che spiega, adesso, come mai il gruppo dirigente del Pd pistoiese abbia fatto di tutto per prendere tempo e rallentare ogni tipo di confronto”.

Lo afferma il Polo progressista di Pistoia che raggruppa ì Movimento 5 Stelle, Sinistra civica ecologista, Possibile e Verdi-Europa Verde.

Le forze politiche si domandano “se sia veramente intenzione del Pd rivolgere, in alleanza con noi, una proposta politica nuova all’elettorato ecologista e progressista e ai tanti delusi dalla politica”. “Osserviamo, per di più, un preoccupante silenzio sul progetto per la città – aggiungono le forze che compongono il polo progressista per  Pistoia -. Leggiamo di coalizioni, candidature, primarie. Ma su quale programma? Per fare che cosa? In tutti gli incontri abbiamo chiesto al Pd di costruire un tavolo sul programma, avanzando proposte sui punti fondamentali e proponendo di lavorare assiduamente ad un progetto di governo condiviso. Non abbiamo avuto risposta”.

0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments