Nicola è vivo, bimbo ritrovato a 3 km da casa in buone condizioni

nicola

Nicola Tanturli, il bimbo ritrovato questa mattina, è arrivato al  pediatrico Meyer in elicottero per effettuare controlli medici, condizioni di salute non destano preoccupazioni

Nicola Tanturli potrebbe aver camminato per 4-5 chilometri. Lo ha riferito il sindaco di Palazzuolo sul Senio (Firenze), Gian Piero Philip Moschetti, durante la conferenza stampa
convocata dopo il ritrovamento stamani del bambino, 21 mesi, che era scomparso l’altra notte dalla casa dove vive in mezzo ai boschi insieme alla sua famiglia.

Il ritrovamento è avvenuto alle 9.30 a 3 km dall’abitazione a opera di una giornalista RAI de la Vita in Diretta che stava realizzando un servizio sulla scomparsa del bambino e dai carabinieri. Tra i primi ad abbracciare il piccolo, come si vede dalle foto diffuse dalle forze dell’ordine, il comandante della stazione dei carabinieri, il maresciallo Porfida, che poi lo ha condotto dai sanitari pronti con i mezzi di soccorso. Il bambino è stato ritrovato in una scarpata.

Un flebile gemito lo ha fatto ritrovare. Il Luogotenente Ciccarelli, comandante della stazione dei carabinieri di Scarperia, impegnato nelle ricerche, si è calato a 25 metri individuando il piccolo che ha chiesto subito della mamma. Lo stesso luogotenente lo ha riportato sulla strada sterrata riconsegnandolo alla mamma e poi trasportandoli in elicottero al Meyer per i controlli del caso.

Dopo una notte di ricerche senza esito, anche con l’ausilio di un aereo dotato di termoscanner, la buona notizia dopo ore di tensione. Alle ricerche hanno partecipato Vigili del Fuoco, Carabinieri, Soccorso alpino e numerosi volontari, per un totale di quasi 200 persone. Alle 12 il sindaco di Palazzuolo sul Senio ha tenuto una conferenza stampa dalla sede dell’Unione dei Comuni Mugello a Borgo San Lorenzo. Rispondendo a una domanda di un giornalista se del caso saranno interessati i servizi sociali il sindaco ha risposto:
“E’ una cosa che non spetta a noi direttamente, spetterà alla Società della salute ed eventualmente ai servizi sociali stessi, che ci hanno già contattato”.

“Non ho avuto l’impressione che abbia trascorso lì la notte, secondo me c’è arrivato tramite il bosco, perché secondo me la strada da fare era più agevole”. Lo ha detto Danilo Ciccarelli, comandante della stazione dei carabinieri di Scarperia (Firenze) spiegando di non aver “avuto l’impressione che abbia trascorso” la notte infondo alla scarpata dove il piccolo è stato ritrovato, perchè “l’erba non era schiacciata, non aveva fatto un giaciglio. Secondo me si è mosso”.

Nicola “è già stato sottoposto a una prima visita che ha rilevato la presenza di escoriazioni superficiali, ma le sue condizioni generali non destano particolari preoccupazioni. Il piccolo verrà comunque trattenuto in osservazione in attesa di completare gli ultimi accertamenti”. Così in una nota l’ospedale pediatrico Meyer sulle condizioni del bimbo di due anni ritrovato stamani in Mugello.
Numerosi gli attestati di felicità e i ringraziamenti a tutti i soggetti impegnati nelle ricerche da parte del mondo politico e istituzionale locale e nazionale.

Da quanto spiegato dalla prefettura, il bimbo scomparso ieri, Nicola Tanturli, sarebbe stato trovato a circa tre chilometri dalla sua abitazione. Il piccolo sembrerebbe in buone condizioni. Sempre dalle prime informazioni sarebbe stato un giornalista a ritrovarlo: mentre saliva verso la casa avrebbe udito alcuni lamenti e rumori.

Per tutta la notte hanno operato squadre speciali di vigili del fuoco con il supporto dell’Aeronautica Militare e questa mattina sono ripartite le squadre con le unità cinofile e i cani molecolari, i vigili del fuoco, i carabinieri, il soccorso alpino, la protezione civile e tanti volontari. Sono stati impiegati nelle ricerche anche droni a raggi infrarossi.

 

 

0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments