“In/Canti e Banchi”, il primo festival della magia a Castelfiorentino

Da venerdì 17 a domenica 19 maggio a Castelfiorentino (FI) prende il via “In/Canti e Banchi”, il primo Festival della Magia “open air. Tre giorni all’insegna dell’illusionismo, dell’improvvisazione teatrale e della prestigitazione.

“In/Canti e Banchi”, il primo festival della Magia in Italia “Open air”, senza protezioni, senza quinte e senza tagli di luce particolari animerà le strade del centro storico di Castelfiorentino nelle giornate del 17, 18 e 19 maggio. Il festival, organizzato dal Comune di Castelfiorentino in collaborazione con Terzostudio Progetti per lo spettacolo, patrocinato della Regione Toscana e dal Consiglio Regionale e sponsorizzato dalla Banca Cambiano 1884 spa, Unicoop Firenze e Antonelli Firenze, ha come principale intento non solo quello di far risaltare le abilità del mago, la sua velocità di esecuzione, la sua capacità di distrarre il pubblico creando un’atmosfera di stupore e illusione, ma anche rendere omaggio al lavoro dell’uomo e all’artigianato.

Venerdì e sabato le vie del centro storico basso e alto saranno invase da band e orchestre itineranti (come la “Bandita” o gli “ArchiMossi”, la prima orchestra itinerante di archi amplificati) e dagli spettacoli di magia di Mr. Dudi, Simon Superpiù e Denì Magic. In Piazza del Popolo si terrà lo spettacolo di Mirco Menegatti, maestro internazionale di numeri con le colombe (campione italiano di Magia 2011), mentre alla “piazzetta dell’olio” (slargo tra via Attavanti e via San martino) si esibiranno i “freaks”, fenomeni da baraccone di fine Ottocento, con l’uomo più forte del mondo, la contessa snodata, la donna scimmia, le gemelle siamesi.

Per l’intera giornata di domenica 19 maggio l’attenzione si sposterà sul mercato di artigianato in Piazza Gramsci, mentre nella parte alta (via Pompeo Neri) i bambini potranno scoprire “la magia delle mani” attraverso laboratori, live painting e giochi. Elfi, fiori giganti, intrecci magici e animali fantastici. Sempre domenica, “Un Castello d’In/Canti”, spazio per le realtà artistiche locali. Attori, poeti, cantanti, ballerine si esibiranno nelle strade.

Per l’intera durata del festival, ci saranno molte installazioni: le “magic ligths” nel percorso verso la Pieve, un itinerario segnato da “magiche sfere luminose”, e il percorso di “specchi e luci” deformanti in via San Lorenzo.

Numerose le mostre visitabili: da “Lo spazio per Essere” di Davide Dall’Osso, le cui opere saranno visibili all’aperto e al Teatro del Popolo, al Museo Be.Go., all’Oratorio di San Carlo, nei locali di Piazza del Popolo. Al “Sant’Antoni de su O’U – Mamoiada 2019” (palazzo comunale, via Tilli) del Gruppo Fotografico “Giglio Rosso”, un reportage sulla festa di Sant’Antonio del Fuoco che si svolge in Sardegna; ancora la possibilità di visitare il sipario storico del Teatro del Popolo (dove sabato pomeriggio ci sarà peraltro “Jack Nobile”, evento per giovani) oppure Villa Garibaldi a Petrazzi (sabato 19 maggio); infine, un omaggio a “Brunetto Cantini, il cantastorie” (atrio Palazzo Comunale) in “duo” con il figlio Franco, con foto e cimeli di questa coppia straordinaria di cantastorie e menestrelli.

Per informazioni dettagliate sul programma visitare il sito www.incantiebanchi.it

avatar