“Il Recovery Fund per vere politiche di transizione ecologica”, Sciopero globale clima, Pisa

Sciopero globale clima
Foto di Norberto Albano

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa di Fridays For Future Pisa, in vista dello sciopero globale per il clima che avrà luogo venerdì prossimo in tutta Italia

Venerdì 19 marzo ci sarà il prossimo Sciopero globale per il clima e anche noi torneremo in piazza per far sentire le nostre voci. Nonostante i limiti imposti dalla pandemia, in tutto il mondo migliaia di attiviste/i proveranno a dare vita a momenti di piazza. Le difficoltà dovute alla crisi sanitaria – collegata senza dubbio alla crisi climatica ed ecologica in corso – non annullano l’importanza di agire insieme per costringere i governi e le persone al potere di agire.

Se non agiamo immediatamente per fermare l’emergenza climatica, altre crisi ci
aspetteranno e quella che stiamo vivendo ora potrebbe non essere la peggiore.
In questi giorni i nostri governi stanno decidendo come utilizzare le risorse che arrivano
dall’Europa per sanare i danni causati dalla crisi sanitaria. È importante intervenire in questo processo e dire a gran voce che l’unico modo di spendere i soldi di Recovery Fund e Next Generation EU è impiegarli per vere politiche di Transizione Ecologica, abbandonando le fonti fossili a favore di progetti energetici sostenibili, per rendere più sostenibile l’economia e la gestione delle risorse naturali.

La transizione che vogliamo si ispira al concetto di giustizia climatica: il costo di questa
transizione non deve gravare sulle fasce della popolazione già colpite dalla precarietà e dalle diseguaglianze sociali, ma deve essere sostenuta da coloro che in questi anni si sono
arricchiti producendo inquinamento, devastazione e povertà.

La transizione che vogliamo non è solo ecologica, ma è equa, democratica e femminista.
Deve essere un’opportunità per fare un cambiamento tutti e tutte insieme, senza lasciare
indietro nessuno/a. Per questo, di fronte alla decisione del nuovo governo di rinominare un ministero come Ministero della Transizione Ecologica e riempirsi di parole, sentiamo importante essere in piazza per dire che le belle parole e le false promesse non ci bastano più e non ci distrarranno dal nostro obiettivo, ossia un azzeramento delle emissioni entro il 2030 fondato sul principio della giustizia sociale.

Vogliamo azioni concrete ora, vogliamo la tutela del nostro futuro, vogliamo essere ascoltati
e vogliamo che chi sta distruggendo il pianeta paghi per i danni causati!

Per la giornata dello sciopero, a Pisa si terrà nella mattina un flash-mob dei bambini e delle
bambine di diverse scuole elementari, deciso dopo un percorso assembleare che ha visto
protagoniste le stesse classi, mentre nel pomeriggio a partire dalle 15 si terrà un presidio in
Piazza delle Logge, dinanzi al Comune. In questa occasione sarà allestita una piazza tematica con bacheche informative, esposizione di disegni, fotografie e poesie di vari artisti e artiste e un reading letterario sul tema della crisi ecologica. Se avete voglia di conoscere di più sulle attività di Fridays for Future potete trovarci in piazza o su Facebook e Instagram.

0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments