Firenze, Villa dei Pini: indetto sciopero lavoratori per il 30/5

villa dei pini

ll cambiamento del contratto lavorativo è ciò che ha indotto la Fp Cgil e i lavoratori della casa di cura Villa dei Pini di Firenze, da poco acquisita dal gruppo Kos, a indire uno sciopero per il 30 maggio.

Il sindacato spiega che la ragione della proclamazione dello sciopero dei lavoratori di Villa dei Pini è da ricercarsi nella “scelta unilaterale della dirigenza di applicare dal primo giugno ai dipendenti un contratto di lavoro diverso” e “peggiorativo, con più ore di lavoro e retribuzioni più basse” da quello “che attualmente hanno i lavoratori della sanità privata”. La casa di cura, accreditata per 75 posti letto in regime ospedaliero, circa 50 i dipendenti, opera nei settori sanitari di psichiatria, disturbi alimentari, dipendenze della personalità in convenzione con l’Asl.

Il sindacato specifica che è “quindi impropria l’applicazione di un contratto di lavoro non coerente con l’attività prevalente svolta nella struttura, di evidente carattere sanitario” e chiede all’azienda “il mantenimento dei livelli occupazionali e l’applicazione del contratto nazionale della sanità privata ai lavoratori, l’unico adeguato alla situazione”.

I lavoratori della struttura sanitaria e la Fp Cgil avevano proclamato nei giorni scorsi lo Stato di agitazione, in seguito al fallimento in prefettura dei tentativi di conciliazione e raffreddamento.

avatar