Disco Della Settimana: Van Morrison “Latest Record Project: Volume 1”

Van Morrison

Inarrestabile, incredibilmente prolifico, inguaribilmente polemico e controcorrente, Van Morrison torna con ”Latest Record Project: Volume 1”, il suo 42° disco, un atto d’amore per il blues, l’R&B, il jazz e il soul ed uno sguardo caustico sulla contemporaneità.

Van Morrison presenta ”Latest Record Project: Volume 1”, il nuovo album uscito per Exile/BMG. Il suo quarantaduesimo disco ”Latest Record Project: Volume 1”, il suo album più dinamico e contemporaneo da anni, è un viaggio di 28 tracce nel suo continuo amore per il blues, l’R&B, il jazz e il soul. Per quanto possiate amare i suoi classici, questo nuovo progetto dimostra che Morrison vive nel presente e rimane un artista integro e originale.

“Mi voglio allontanare dall’essere riconosciuto sempre per le solite canzoni, I soliti album”, dice Morrison. “Questo ragazzo ha scritto 500 canzoni, forse di più, quindi? Perché promuovere sempre le solite dieci? Sto cercando di uscire da questo schema”.

A breve distanza da uno split molto polemico nei confronti delle misure di lockdown in compagnia di Eric Clapton, ”Latest Record Project: Volume 1” è il risultato di un periodo di isolamento forzato. Impossibilitato di andare in tour, Van Morrison si è immerso in un costante songwriting, suonando al piano, alla chitarra o al sassofono. Sono emersi così I nuovi brani che brillano di schiettezza e vivacità, grazie anche alla collaborazione con una sezione ritmica con la quale condivide un feeling immediato e spontaneo.

Il re indiscusso del soul celtico va dritto al cuore con il suo baritono che abbraccia un caldo suono di organo, accompagnato da armonie vocali doo wop e sha-la-la. Altri spunti eccellenti emergono di continuo, dal sassofono che brilla nella gemma R&B ”Jealousy”, alla gioiosa e country ”A Few Bars Early”, passando per lo spirito garage rock in stile Them dell’esplicita ”Stop Bitching, Do Something”.

Nonostante che l’album risuoni del sentimento romantico e del calore notturno per cui è noto al suo pubblico, il tema dominante è un commento diretto sulla vita di oggi. ”Dead Beat Saturday Night” è una presa di posizione nell’affrontare in modo concreto il suo lockdown: “No life, no gigs, no choice, no voice“. Emerge anche nel rock’n’roll da bar di ”Where Have All The Rebels Gone”, che denuncia la mancanza di un vero pensiero indipendente, oggi sostituito dalla mera apparenza. “Why Are You On Facebook?” riguarda le opinioni di Van Morrison sui social media. Stop Bitching, Do Something che sta per “smettila di lamentarti, fai qualcosa” dallo spirito garage-rock in stile Them è altrettanto esplicita.

Due brani, ”Love Should Come With A Warning” e ”Mistaken Identity”, sono scritti con il grande Don Black. Van Morrison si è avvicinato a Black dopo aver riconosciuto in ”On Days Like These”, la sua ballata pop del 1969 cantata da Matt Monro per la colonna sonora di ”The Italian Job”, qualcosa che gli ricordava il suo stile. Il risultato ha portato Black a scrivere oggi ”Mistaken Identity”, che, paradossalmente, è la canzone più autobiografica dell’album.

Ciò che ”Latest Record Project: Volume 1” dimostra è che se volete apprezzare veramente l’arte di Van Morrison, dovete ascoltare quello che fa oggi perché è un’artista che non si ferma mai.

Van Morrison Ha celebrato l’uscita del suo attesissimo nuovo doppio album ”Latest Record Project: Volume 1”, suonando la sua prima performance virtuale in assoluto l’8 maggio.

Sir George Ivan “Van” Morrison Belfast, 31 agosto 1945) è una leggenda vivente della musica internazionale. Nato e cresciuto a Belfast, formato dagli ascolti di Ray Charles, Leadbelly e Solomon Burke, dopo gli esordi blues rock con i Them, Morrison intraprese una carriera solista in bilico tra la passione giovanile per la musica nera, una forte vena sperimentale (che lo ha portato a sconfinare spesso in territori jazz) e uno stretto legame con la musica tradizionale della sua terra d’origine. A rendere unico il suo stile contribuirono la sua caratteristica vocalità e una intensa poetica che abbraccia musica e parole in modo altamente espressivo.

La rivista Rolling Stone lo classifica quarantaduesimo nella sua lista dei cento migliori artisti di sempre nonché ventiquattresimo in quella dei cento migliori cantanti. Le sue esibizioni dal vivo, al suo meglio, sono state definite come “mistiche e trascendenti”. due suoi album, Astral Weeks e Moondance, compaiono nella lista dei 500 migliori album di sempre, ancora secondo Rolling Stone .

Latest Record Project: Volume 1”   è uscito in formato doppio-CD, deluxe-CD, triplo-vinile e su tutte le piattaforme digitali.

Visita www.vanmorrison.com per gli ultimi aggiornamenti e i dettagli dei biglietti per gli spettacoli dal vivo.

 

0 0 votes
Article Rating
guest
1 Comment
vecchi
nuovi i più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Carmelo
Carmelo
1 mese fa

Vorrei avere la forza e la perenne curiosità che alimentano l’energia di questo perenne ragazzo!
Ho ascoltato il pezzo e mi piace tantissimo!

Grazie controradio !!!!