Bruce Springsteen “Only The Strong Survive”. Disco della settimana.

Bruce Springsteen

Only The Strong Survive” è il nuovo album di Bruce Springsteen, una raccolta di 15 brani dal repertorio degli anni d’oro del soul reinterpretati dall’artista.

Only The Strong Survive”, che arriva a due anni di distanza da “Letter To You” (del 2020), celebra la musica e i leggendari cataloghi di Motown, Gamble and Huff e Stax: al suo interno, l’inconfondibile voce di Bruce Springsteen e i contributi musicali di The E Street Horns, gli arrangiamenti degli archi realizzati da Rob Mathes e i cori di Soozie Tyrell, Lisa Lowell, Michelle Moore, Curtis King Jr., Dennis Collins e Fonzi Thornton. I brani “Soul Days” e “I Forgot to Be Your Lover”, infine, sono arricchiti dalla leggendaria voce di Sam Moore.

Realizzato al Thrill Hill Recording in New Jersey, l’album è prodotto da Ron Aniello, con Rob Lebret come ingegnere del suono e Jon Landau come produttore esecutivo.

Una operazione commerciale? Probabilmente, ma è innegabile il senso di liberatorio diverimento e la sincera passione del Boss per la musica che ha accompagnato la sua crescita musicale. Ed è proprio questo che rende estremamente godibile un album che purtroppo soffre di una produzione troppo patinata e “gonfia” che, più che agli anni ’60, guarda alla rilettura “ripulita” che del genere si fece negli anni ’80.

L’album è stato anticipato dal singolo “Do I Love You (Indeed I Do)”, originariamente interpretato e scritto da Frank Wilson.

«Volevo fare un album in cui cantare e basta – commenta Bruce Springsteen – E quale musica migliore, per fare tutto questo, se non il repertorio americano degli anni sessanta e settanta? Ho preso ispirazione da Levi Stubbs, David Ruffin, Jimmy Ruffin, the Iceman Jerry Butler, Diana Ross, Dobie Gray, Scott Walker, tra gli altri. E ho provato a rendere giustizia a tutti loro e a tutti gli spettacolari autori di questa musica gloriosa. Il mio obiettivo è permettere al pubblico moderno di fare esperienza della bellezza e gioia di queste canzoni, così come ho fatto io fin dalla prima volta che le ho sentite. Spero che amiate ascoltarle tanto quanto ho amato io realizzarle».

Questa la tracklist dell’album e gli artisti che avevano originariamente reso noti i brani:

1. Only the Strong Survive
Jerry Butler
2. “Soul Days” (featuring Sam Moore) Dobie Gray
3. Nightshift
Commodores
4. Do I Love You (Indeed I Do) Frank Wilson
5. The Sun Ain’t Gonna Shine Anymore
Frankie Valli
6. Turn Back the Hands of Time
Tyrone Davis
7. When She Was My Girl
Four Tops
8. Hey, Western Union Man
Jerry Butler
9. I Wish It Would Rain
The Temptations
10. Don’t Play That Song
Ben E. King
11. “Any Other Way” William Bell
12. I Forgot to Be Your Lover” (featuring Sam Moore)
William Bell
13. 7 Rooms of Gloom Four Tops
14. What Becomes of the Brokenhearted
Jimmy Ruffin
15. Someday We’ll Be Together
Diana Ross & the Supremes

 

 

Il 2023 vedrà il ritorno on the road di Bruce Springsteen and The E Street Band, con una serie di date negli Stati Uniti e in Europa, inclusa l’Italia.

Only The Strong Survive” è il nostro “Disco della settimana

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments