Ven 12 Lug 2024

HomeMusicaDisco Della SettimanaAnton Sconosciuto, "To make room". Disco della settimana,

Anton Sconosciuto, “To make room”. Disco della settimana,

To Make Room”, latteso esordio discografico di Anton Sconosciuto, vincitore dell’edizione 2021 del Rock Contest, è uscito il 5 maggio 2023 per Coypu Records / PLUMA dischi (Irma Records). Un bedroom pop in cui i classici degli anni ’70 (Syd Barrett, Robert Wyatt, Beach Boys) vengono dissolti nell’alt/folk più contemporaneo sulla scia di Andy Shauf, Damon Albarn, Sufjan Stevens o Mac DeMarco.

 

To Make Room”, comporre per creare luoghi mentali, è l’album d’esordio del batterista e compositore Anton Sconosciuto, un lavoro in cui l’indie rock più sbilenco incontra il synth pop più malinconico e in cui ogni canzone si pone come una diversa stanza di una casa immaginaria.

Le stanze di questo disco sono concretamente quelle dove è nato: ogni canzone è stata composta e registrata in una città diversa (Siena, Roma, Pisa, Bologna, Amsterdam e Utrecht), in una determinata stanza e spesso ispirandosi ad essa. L’ispirazione di questi vari luoghi domestici lo ha portato a elaborare pensieri prima difficili da districare, come se la composizione gli permettesse di costruire qualcosa che altrimenti sarebbe difficile da mettere a fuoco. A completare il processo di autoanalisi si aggiungono poi dei testi in inglese, che rimandano al suo paese di origine ed alla sua infanzia a Londra, con cui Anton si interroga sulla natura dei rapporti umani nelle sue varie forme.

Il risultato è una sorta di bedroom pop che, di tanto in tanto, esce dalla propria comfort zone per darsi al couchsurfing e aprirsi a influenze da jazz e elettronica. Da una parte la sicurezza dell’intimità di un concetto di casa che travalica le distanze e dall’altra la necessità di evasione di un’eterna migrazione tra nostalgia e esplorazione.

Anton, attivo principalmente come batterista per vari progetti, in questo caso ci apre completamente le porte del suo mondo scrivendo e componendo l’intero disco oltre che suonandone in prima persona una buona parte. Sicuramente la sua natura da batterista è riscontrabile in un approccio atipico alla composizione: Anton parte dalla ritmica più percussiva applicandola alla chitarra per poi arrivare alla melodia cantandola.

Il disco esce per Coypu Records che ne stamperà un’edizione limitata in CD e tape. La neonata PLUMA dischi (sottosezione di Irma Records) ne seguirà le edizioni e la distribuzione digitale. La registrazione del disco è stata possibile anche grazie al premio vinto al Rock Contest di Controradio (edizione 2021). Il disco verrà poi portato live in una formazione a cinque in collaborazione con Hangar Booking.

 

 

Anton Sconosciuto è un batterista e compositore nato a Londra ma vissuto dall’infanzia a Siena. Dopo aver iniziato a suonare e cantare all’età di 8 anni, dall’età di 15 anni collabora a vari progetti con base a Siena e a Roma, dove si è trasferito dal 2021. Attualmente è attivo come batterista ed arrangiatore con KOKO MOON, Adult Matters, Orelle, Vera di Lecce e Kostja mentre è anche autore in Oga Magoga e SpinnstDu?.

La sua musica insegue le sue passioni che partendo dai grandi classici anni 70’ si perdono nel alt-folk / indie rock alla Mac DeMarco per contaminarsi infine con Jazz e musica elettronica. Vincitore del Primo Premio della 33a edizione (nel dicembre del 2021) del Rock Contest di Controradio, è stato inserito nei 100 nomi della musica italiana del 2021 da Rockit.it.

“To make Room” è il nostro Disco della settimana.

Tracklist:

  1. Live In Your Eyes
  2. Unsinn
  3. Pink Bathroom
  4. Coat
  5. To Meet You
  6. Day Of Sun
  7. What’s Your Name?
  8. Can’t Seem To Belong
  9. Tides
  10. Keep Me In Your Brain

 

Tutte le voci e gli strumenti sono stati registrati da Anton Sconosciuto presso le abitazioni dei rispettivi musicisti, ad eccezione della batteria registrata da Damiano Magliozzi al Gorilla Punch di Siena e di alcune voci, chitarre acustiche, violoncello e percussioni aggiuntive registrate da Alessandro Mazzieri allo Splinter Studio di Utrecht (NL). Mix di Alessandro Mazzieri presso lo Splinter Studio, Utrecht (NL). Trasferimento su nastro e masterizzazione a cura di Andrea Ruscitto presso lo Studio Miriam, Roma. Foto e artwork di Agnese Zingaretti.

Anton Sconosciuto: batteria, voce, percussioni, chitarra acustica, synth, arrangiamenti. Vittoria Dato: voce. Andrea Bambini: Sintetizzatore. Konstantin Gukov: Chitarra elettrica. Giovanni Miatto: Basso elettrico. Dominika Kaczmarczyk: Violoncello.

Rock Contest 2023 | La Finale

Sopravvissute, storie e testimonianza di chi decide di volercela fare (come e con quali strumenti)