Alla Scuola Sant’Anna “Memoria delle Vite Sospese”, esperienza virtuale per ‘Giorno della Memoria’

memoria vite sospese

Lunedì 27 gennaio alla Scuola Superiore Sant’Anna, nell’ambito delle celebrazioni promosse dalle istituzioni di Pisa in occasione del “Giorno della Memoria”, “Memoria delle Vite Sospese”, esperienza virtuale per “immergersi” con suoni, immagini, musica negli avvenimenti che, nel 1938, strapparono alla vita, alla carriera, agli studi migliaia di ebrei italiani e stranieri.

Le celebrazioni promosse a Pisa in occasione del “Giorno della Memoria” si arricchiscono di un’esperienza virtuale per unire arte, ricerca scientifica, innovazione tecnologica, ricordi personali che si arricchiscono di valori condivisi dalla collettività e utili per la sua riflessione.

Lunedì 27 gennaio dalle ore 16.00 alle ore 19.00, presso l’aula magna storica della Scuola Superiore Sant’Anna è possibile vivere la “Memoria delle Vite Sospese”, esperienza raccontata attraverso immagini e suoni – grazie all’opera di virtualizzazione condotta da Camilla Tanca – dell’installazione di Gianni LucchesiChiara EvangelistaUrsula Ferrara presentata nell’autunno del 2018 nella chiesa di Sant’Anna a Pisa. L’esperienza virtuale rimanda agli avvenimenti che, nel 1938, strapparono alla vita civile, alla carriera accademica, agli studi universitari migliaia di ebrei italiani e stranieri che insegnavano e studiavano nelle Università, preludio per molti di loro alla deportazione, allo sterminio, all’emigrazione.

All’incontro, in programma sempre nel pomeriggio di lunedì 27 gennaio alla Scuola Superiore Sant’Anna, per accompagnare questa esperienza partecipano i docenti Barbara HenryMichele EmdinMassimo Bergamasco, con numerosi allievi. Chi vivrà l’esperienza virtuale, sarà messo nella condizione di entrare in contatto, attraverso la sua esperienza diretta, con immagini, voci, musiche che ripropongono lo sconquasso, lo sconvolgimento di quelle vite, rifiutate perché ritenute “diverse”. Questo rifiuto avveniva con un atto burocratico che diveniva condanna a morte per molti, alla fuga e al nascondimento per gli altri nel lungo inverno che tra guerre e massacri segnò l’Europa sino alla Liberazione nel 1945.

La “Memoria delle Vite Sospese” rientra nelle celebrazioni promosse da Comune di Pisa e Prefettura di Pisa, in collaborazione con Questura di PisaProvincia di PisaUniversità di PisaScuola Normale Superiore, Scuola Superiore Sant’Anna, Ufficio scolastico regionaleComunità Ebraica di PisaCise (Centro interdipartimentale di studi ebraici)Anpi sezione di PisaCineclub ArsenaleCoop Culture. Le celebrazioni, articolate in un intenso programma di iniziative, hanno avuto inizio lunedì 20 gennaio e si concludono giovedì 30 gennaio.

avatar