Zona Rossa per la Toscana, Speranza contraddice Giani

Zona Rossa

Firenze, con un post sulla sua pagina ufficiale Facebook, il governatore della Toscana, Eugenio Giani, ha dato l’annuncio del passaggio della Toscana in zona rossa.

“Il Ministro Roberto Speranza mi ha appena comunicato le risultanze della cabina di regia del Comitato Tecnico Scientifico – si legge nel post del presidente Giani – I dati della Toscana hanno un valore di contagi su 7 giorni pari a 251 su 100mila abitanti, rispetto al limite previsto dal decreto legge approvato dal Governo Draghi di 250 su 100mila abitanti”. E quindi la Toscana è in zona Rossa.

“Il decreto del Ministero della Salute prevede quindi la zona rossa per la Toscana da lunedì 29 Marzo fino al 6 Aprile – aggiunge Giani – tenendo conto che nei giorni 3-4-5 Aprile si sovrappone al provvedimento del Governo per la zona rossa prevista in tutta Italia”.

Una doccia fredda per quei toscani che erano ancora in zona arancione, e che soltanto ieri alla domanda se la Toscana sarebbe rimasta zona arancione per la prossima settimana, si erano sentiti rispondere dal presidente Giani: “Direi proprio di no: siamo a 248 nuovi casi su 100mila abitanti, e abbiamo un Rt di 1,09-1,10, quindi siamo in zona arancione”.

Secondo quanto riportato dalla pagina online della Repubblica, ai dati considerati ieri mancavano 102 positivi, che sono stati rilevati a Prato e che non savrebbero dovuto essere conteggiati nei numeri di oggi, ma appunto in quelli di ieri, e con l’aggiunta di questi 102 casi si è superato la soglia dei 250 casi ogni 100.000 abitanti, che stabiliscono l’ingresso in zona rossa.

4 1 vote
Article Rating
guest
1 Comment
vecchi
nuovi i più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Gloria
Gloria
17 giorni fa

Il mio parere è che il Signor Giani dovrebbe guardare bene il video della Merkel che chiede scusa ai tedeschi per le sue inesattezze e si ispirasse. Continua a farne una questione di piccoli sforamenti, continua coi rimpalli (ma per la verità non solo lui) con le responsabilità del governo centrale, dovrebbe invece cercare di capire qual è la percezione della situazione di chi vive in Toscana. Dovrebbe rispondere sulle decisioni prese riguardo alle categorie da vaccinare, sui passi indietro, sulle incertezze, sul sistema di prenotazione, sul portale, dovrebbe raccontarci il nostro futuro sui vaccini e lo dovrebbe fare rivolgendosi… Leggi il resto »