Viareggio, morto pittore Giorgio Michetti

Giorgio Michetti

La camera ardente per Michetti è prevista da domani a Villa Paolina mentre i funerali dell’artista di terranno giovedì 20 giugno. Nato a Viareggio il 7 dicembre 1912. Dopo un primo periodo in cui si era dedicato all’illustrazione e alla grafica pubblicitaria, aveva deciso di puntare tutto sulla pittura.Tantissime le sue mostre personali nella lunghissima carriera e i riconoscimenti ricevuti.

“La notizia della morte di Giorgio Michetti è arrivata silenziosa e inaspettata”. Lo scrive il sindaco di Viareggio (Lucca) Giorgio Del Ghingaro annunciando la morte avvenuta stamani del pittore Giorgio Michetti, nato a Viareggio il 7 dicembre 1912. Dopo un primo periodo in cui si era dedicato all’illustrazione e alla grafica pubblicitaria, aveva deciso di puntare tutto sulla pittura.
Tantissime le sue mostre personali nella lunghissima carriera e i riconoscimenti ricevuti.
“‘L’ispirazione nasce dall’anima, nasce dal cuore’, diceva’ – aggiunge Del Ghingaro ricordando le parole di Michetti -. Se hai qualcosa dentro, allora hai qualcosa da esprimere”. “E molto aveva ancora da dire Michetti 106 anni, quasi 107, vissuti con una verve e una lucidità da fare invidia ai giovani. Artista formidabile, uomo d’altri tempi: esempio e guida, storia egli stesso. Ricordo e modernità. Michetti se n’è andato questa mattina, senza troppo clamore. Nella semplicità che lo ha sempre contraddistinto: Viareggio, da oggi, dovrà imparare a fare senza”.

La camera ardente è prevista da domani a Villa Paolina mentre i funerali dell’artista di terranno giovedì 20 giugno. Michetti aveva tenuto la sua prima personale nel 1929, a soli 17 anni, a Castiglioncello, l’ultima mostra a lui dedicata è ‘Retrospettiva’ organizzata lo scorso dicembre a Villa Paolina con 15 opere, tutti disegni su carta, fatti a china, inediti e realizzati nel corso dell’ultimo anno.
La Fondazione del Carnevale di Viareggio annuncia che “per celebrare la passione, la dedizione e l’impronta che Michetti ha lasciato nella storia ultracentenaria del Carnevale, al museo in Cittadella verranno esposte dal 19 giugno quindici opere dedicate alla manifestazione, che lo stesso Michetti aveva donato alla Fondazione. Una speciale cartella con la ristampa di queste opere sarà in vendita e il ricavato devoluto in beneficenza”.
Per il presidente della Provincia di Lucca Luca Menesini, “la scomparsa del pittore viareggino Giorgi Michetti lascia un vuoto incolmabile nel panorama culturale e artistico della città e del suo territorio. Ai suoi familiari va il cordoglio mio personale e di tutta l’amministrazione provinciale che rappresento”. “Di lui – prosegue Menesini – ricordo, come tutti i grandi artisti e le persone di spessore, l’umiltà e la modestia, la sapienza e l’arguzia”. Cordoglio anche da parte del Pd di Viareggio. “Se n’è andato in silenzio e ancora ci sembra di vederlo lì, nella sua ‘bottega’ di via San Francesco a Viareggio – si legge in una nota – a ideare, disegnare, dipingere e dispensare sapienza, come ha fatto senza risparmio negli ultimi decenni. Giorgio Michetti se ne va e la cultura versiliese rimane più povera, ma grata di averlo conosciuto, di avere un’altra stella nel firmamento pittorico che porta il nome di un viareggino”.

avatar