Vaccini Covid-19: la Toscana supera i 2 milioni di dosi somministrate 

vaccini
@Controradio

L’aggiornamento sulla campagna vaccinale in commissione Sanità, presieduta da Enrico Sostegni (Pd). Da metà giugno via libera ai vaccini sui luoghi di lavoro

Oggi la Toscana ha superato i 2 milioni di dosi di vaccini anti Covid-19 somministrate. Il dato è emerso durante il consueto aggiornamento sull’andamento della campagna vaccinale che si è tenuto in commissione Sanità, presieduta da Enrico Sostegni (Pd).

L’assessore alla Sanità Simone Bezzini ha comunicato che le forniture di vaccini previste dal 30 maggio al 17 giugno superano le 800mila dosi. Sono infatti in arrivo 131mila 400 dosi di AstraZeneca, 59mila 450 di Johnson & Johnson, 104mila di Moderna e 568mila dosi di Pfizer.

Ai 2 milioni di vaccini inoculati (1 milione e 290mila prime somministrazioni e 702mila richiami) si sommano le 613mila prenotazioni fatte al momento. “Dunque sono 1 milione e 900mila i toscani coinvolti nella vaccinazione – ha spiegato Bezzini – cioè più della metà degli abitanti della regione”.

La vaccinazione degli over 80 si è praticamente conclusa con una copertura che supera il 90 per cento degli interessati; quella dei 70-79enni ha raggiunto, con 430mila dosi somministrate, la copertura dell’86 per cento. “Puntiamo a portarla al 90 per cento, perché si tratta di una categoria a rischio in caso di malattia – ha proseguito l’assessore -, coinvolgendo i medici di medicina generale e i farmacisti che inizieranno le somministrazioni, inizialmente di Johnson & Johnson e successivamente anche di Pfizer, dalla prossima settimana”.

Anche per i 60-69enni, per cui la copertura è all’80 per cento con 325mila somministrazioni, l’obiettivo è raggiungere il 90 per cento. Gli estremamente vulnerabili e i caregiver vaccinati sono attualmente, almeno con una dose, 357mila.

“Con questo ritmo di forniture ci avviamo a superare alla fine di giugno i 3 milioni di vaccini iniettati” ha detto ancora Bezzini. Per quanto riguarda la vaccinazione sui luoghi di lavoro, si partirà da metà giugno. L’assessore ha spiegato che è stata recepita l’intesa nazionale e sono stati definiti i parametri. Le aziende interessate potranno prenotarsi tramite il portale. L’appello è a non frammentare troppo le vaccinazioni.

0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments