Tramvia, Pessina: “su alberi credo Giunta ci proporrà altre possibilità”

“Oggi iniziamo gli incontri con i nostri tecnici, il sindaco Nardella e i progettisti per capire come risolvere il problema di viale Matteotti ed evitare il taglio delle alberature storiche del progetto del Poggi, riteniamo che sia un sacrificio che non debba essere fatto, e che debbano essere trovate altre soluzioni. Credo che la Giunta ci proporrà altre possibilità”.

Lo ha detto il sovrintendente dei Beni culturali per la città di Firenze Andrea Pessina, in merito all’ipotesi di taglio degli alberi per la realizzazione della linea 3.2 della tramvia verso Bagno a Ripoli, intervenendo a margine di un evento agli Uffizi, prima dell’incontro fissato oggi con il sindaco di Firenze Dario Nardella sulla questione.
Secondo Pessina, i tagli e i reimpianti proposti “non sono equivalenti, e questi alberi non solo soltanto alberi ma disegnano un preciso momento storico di Firenze capitale d’Italia”. La sovrintendenza quindi ritiene che “tagliare quelle piante e rimpiantarne altre più giovani, più basse e vicine alle case determinerebbe uno stravolgimento dell’immagine di Firenze”, come quello avvenuto in piazza della Stazione.
“Credo che nessuno – ha aggiunto Pessina – sia contento dell’aspetto che ha assunto piazza della Stazione e di quella selva di pali che non solo deturpa l’immagine della stazione ferroviaria ad opera di Michelucci, ma anche il retro di Santa Maria Novella”.
“Le nuove tecnologie permettono di far girare le vetture a batteria senza mettere pali – ha aggiunto -, e questa è la prova che ora si potrebbe far meglio. Anche su questo l’amministrazione comunale mi ha dato la sua disponibilità. Un domani – ha detto – c’è l’intenzione di mettervi mano, sarebbe stato meglio farlo prima ma ora fermare la tramvia per cambiare pali e il sistema di alimentazione porrà sicuramente dei problemi e questo andrà in qualche misura studiato. Ma il sindaco – ha concluso Pessina – anche in questo caso mi ha dato la sua piena disponibilità”.
Nell’incontro di questa mattina tra il sindaco di Firenze Dario Nardella e il sovrintendente Andrea Pessina i tecnici del Comune hanno presentato “diverse soluzioni progettuali relative al tratto di viale Matteotti della linea 3.2 per Bagno a Ripoli”, e tutte le proposte, specifica una nota congiunta di Palazzo Vecchio e della Sovrintendenza, “sono finalizzate, in modo diverso, a salvaguardare nella misura maggiore possibile il disegno urbanistico e il valore identitario dei viali ottocenteschi che rinviano all’opera di Giuseppe Poggi, l’architetto di Firenze Capitale”. Il confronto, si legge ancora, è stato “estremamente proficuo e ha permesso di esaminare approfonditamente tutti gli aspetti sia di tutela del patrimonio culturale e paesaggistico sia degli aspetti funzionali collegati alla migliore fruibilità possibile della mobilità, del trasporto pubblico e del sistema della sosta”. Nardella e Pessina si dicono “soddisfatti di questo primo incontro e fiduciosi che le proposte presentate porteranno a una soluzione definitiva fortemente migliorativa e rispettosa di tutte le esigenze in campo”.
0 0 vote
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments