Toscana in Zona Rossa, Giani, noi trasparenti su riconteggio casi positivi, attaccano le opposizioni

Toscana in Zona Rossa

Firenze, Eugenio Giani, presidente della Regione Toscana, a proposito del riconteggio dei casi positivi Covid, che ha determinato il passaggio della Toscana in zona rossa dal 29 marzo, ha affermato di aver scelto di usare massima trasparenza, una volta resosi conto che i dati, che provenivano da Prato, avrebbero richiesto un riconteggio che avrebbe potuto cambiare il colore della regione.

“Ho preferito l’assoluta trasparenza: ho informato Roma, e approfondendo a quel punto tutti hanno condiviso questa scelta, che è una scelta di assoluta trasparenza – ha detto Giani spiegando le fasi del processo che hanno portato la Toscana in Zona Rossa – Era troppo delicata la questione, sapevamo che avrebbe influenzato il destino di una regione che sul piano delle restrizioni alla mobilità non poteva lasciare ombre”.

“Nell’approfondimento che abbiamo fatto rivedendo le schede – ha poi spiegato Giani – vi era la scheda di un laboratorio di Prato che è arrivata non la mattina, quando tutti i referti arrivano, ma ieri pomeriggio, e arrivando ieri pomeriggio non è computata sui dati mandati a Roma”.

“Quando stamattina ce ne siamo accorti, perché il dato di Prato con questi circa 100 contagi in più appariva molto alto, – ha concluso il presidente della Toscana – abbiamo ricostruito il tutto, e di conseguenza quei 100 contagi non sono ascrivibili alla giornata di oggi ma alla giornata di ieri, e questo proprio nel momento che porta al computo complessivo dei contagi, su cui poi valuta il Ministero della Salute attraverso la sua cabina di regia. Siamo stati noi con i dirigenti dell’assessorato a valutare che quel dato era troppo alto”.

Ma colgono l’occasione per attaccare l’intera giunta Giani, le opposizioni di destra.

“Piove sul bagnato: Toscana in zona rossa, probabilmente perché nel momento opportuno non sono state prese le decisioni necessarie a un’inversione della rotta. – scrive il consigliere regionale della Lega Marco Landi, portavoce dell’opposizione in Consiglio regionale della Toscana – Apprezzo la trasparenza del presidente Giani nel riconoscere l’errore informatico che ieri lo aveva portato a dire che saremmo rimasti in zona arancione. Così purtroppo non è”.

“La Toscana in zona rossa da lunedì grazie a chi guida la nostra Regione sentenzia in una nota Francesco Torselli, capogruppo di Fratelli d’Italia al Consiglio regionale della Toscana, il presidente Giani per primo. Non smette di stupire la totale inadeguatezza dei vertici regionali. È una beffa per tutti i toscani passare nella zona con più restrizioni a causa di un errato conteggio dei contagi da parte della Regione. I commercianti che rimarranno chiusi per i prossimi 15 giorni devono ringraziare solo il Presidente Giani che continua a far rimanere al loro posto personaggi del tutto incompetenti nel gestire questa delicata situazione”.

 

0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments