Tari: avvisi di pagamento nel fiorentino e aumenti del +3,6% nel 2022 in Toscana

Nei comuni di Fiesole, Bagno a Ripoli, Impruneta e Scandicci, siti tutti nella provincia di Firenze, sono in consegna gli avvisi di pagamento relativi alla Tari 2022, con scadenza dell’ultima rata del pagamento per l’anno in corso.

A sottolineare la notizia Alia Servizi che spiega come “gli avvisi riportano la scadenza del 02.12.2022. Qualora l’avviso venga recapitato in ritardo dal servizio postale, è possibile effettuare il pagamento entro 15 giorni dalla data di scadenza, senza l’applicazione di sanzioni e interessi“. Rivolgendosi poi ai numerosi studenti presenti nell’hinterland fiorentino, la nota dell’azienda prosegue: “Qualora gli utenti dei comuni di Fiesole, Bagno a Ripoli, Impruneta e Scandicci non ricevano la comunicazione, entro il prossimo 15 dicembre, possono procedere con il pagamento, scaricando copia autonomamente attraverso lo sportello digitale, che permette di visualizzare e stampare copia degli avvisi emessi. Per accedere allo sportello digitale è necessario utilizzare il proprio codice cliente, riportato nella bolletta di acconto già ricevuta. È, inoltre, possibile richiedere copia dell’avviso anche attraverso il call center di Alia“.

Questa notizia arriva in concomitanza dei dati rilasciati dall’Osservatorio prezzi e tariffe di Cittadinanzattiva che ha rivelato come in Toscana la Tari è aumentata in media del 3,6% rispetto al 2021. Secondo quanto riportato è di 351 euro la tassa per i rifiuti pagata in media nel 2022 da una famiglia toscana, rispetto ai 314 della media nazionale. Per quanto riguarda la raccolta differenziata, a livello regionale la quota è del 62,2% rispetto al 63% della media nazionale. In uno nota si legge che l’indagine sui costi sostenuti dai cittadini per lo smaltimento dei rifiuti in tutti i capoluoghi di provincia prende come riferimento nel 2022 una famiglia tipo composta da 3 persone e una casa di proprietà di 100 metri quadri.

Fra le singole città toscane quindi la situazione cambia, si va dai 463 euro di Pisa, con un +4,6% sul 2021, ai 222 euro di Siena, con il -14,7%. Nel mezzo troviamo Arezzo con 366 euro e un aumento del +11,6%, Carrara e Livorno che rimangono invariate rispettivamente a 403 euro e 345 euro, Firenze che sale del +14% arrivando a 263 euro, Grosseto e Lucca con un lieve aumento del +4% e +3,3% con somme rispettivamente pari a 375 euro e 316 euro, Pistoia e Prato con aumenti del +14,2% e +8,2% vanno a 407 euro e 307 euro, e Massa che cala del -3,9% con una tassa di 391 euro.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments