Sesto F. chiede rinvio conferenza servizi su Peretola

aeroporto

Secondo il Comune, il rinvio “si è reso necessario in seguito alle numerose modifiche al progetto che Enac ha comunicato lo scorso 7 agosto, con un preavviso del tutto insufficiente ad istruire la pratica che dovrà andare in Consiglio comunale prima del 7 settembre

Il Comune di Sesto Fiorentino ha chiesto il rinvio della conferenza dei servizi sul Masterplan per il potenziamento dell’aeroporto di Firenze prevista per il prossimo 7 settembre, inviando una lettera al ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, alla Regione Toscana e all’Enac. Secondo il Comune, il rinvio “si è reso necessario in seguito alle numerose modifiche al progetto che Enac ha comunicato lo scorso 7 agosto, con un preavviso del tutto insufficiente ad istruire la pratica che dovrà andare in Consiglio comunale prima del 7 settembre. Dei 941 file del progetto, 914 hanno subito modifiche, mentre sono circa 190 documenti del tutto nuovi”. Per il sindaco Lorenzo Falchi, che peraltro ha ribadito la sua contrarietà al progetto di potenziamento, “Enac ha vanificato tutto il lavoro propedeutico svolto fino ad oggi senza lasciarci il tempo di studiare le nuove carte per istruire i passaggi formali previsti dalla legge”. “Rinviare la conferenza dei servizi è un atto di serietà e responsabilità doveroso nei confronti dei cittadini – conclude il sindaco -, con i soldi dei quali sarebbe realizzato l’aeroporto”.
“Le presunte ‘modifiche'” di Enac al masterplan dell’aeroporto di Firenze, “non sono altro che gli approfondimenti previsti dalla normativa e comunicati entro i 30 giorni richiesti dalla legge”. Lo afferma Toscana Aeroporti (Ta) in merito alla richiesta del comune di Sesto Fiorentino di rinviare della conferenza dei servizi per lo scalo fiorentino, indetta per il 7 settembre.

2
Commenta la notizia

avatar
2 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
2 Comment authors
gianniSandro Fusi Recent comment authors
nuovi vecchi i più votati
Sandro Fusi
Ospite
Sandro Fusi

Sandro Fusi
veramente non sene può più di questo ostruzionismo pretestuoso all’aeroporto. Il piano prevede un riassetto complessivo della Piana con piantumazione di centinaia di alberi, nessa in sicurezza dei quartieri adiacenti, eliminazione della vecchia pista, allontanamento dei voli dalle abitazioni etc etc; per non parlare della ricaduta positiva sull’occupazione e sulla trasformazione di Firenze in città congressuale e non più soltanto in preda al turismo “Usa e getta”.
Basta! Falchi & co ci hanno stancato!

gianni
Ospite
gianni

e’ inutile che ti affanni caro Falchi la pista si fara’. chiedi alla richard ginori per cui ti sei giustamente battuto se e’ necessaria o no