Regionali: Toscana Pd, candidato centrosinistra entro dicembre 

Zingaretti
Il candidato unitario del centrosinistra alla presidenza della Regione Toscana per le regionali del 2020 dovrà essere scelto entro dicembre, e il confronto potrà essere aperto anche con il M5s: questo, in sintesi, il contenuto di un documento approvato oggi dalla direzione del Pd toscano.
“Qualsiasi percorso per definire la candidatura dovrà concludersi entro dicembre – si legge -, dando così il tempo a chi sarà scelto e alla coalizione di centrosinistra di consolidarsi nella società toscana”. Le primarie, spiega il partito, “sono previste dallo Statuto come strumento fondante del partito. Il Pd della Toscana assume però la responsabilità di perseguire da subito con il massimo impegno e determinazione il cammino per una candidatura unitaria, chiamando alla leale e responsabile collaborazione tutti i suoi militanti e dirigenti”. Laddove non fosse individuato un candidato unitario, si riaprirà la strada delle primarie. “La priorità per il Pd è quella di costruire una coalizione ampia e credibile”, per cui inizieranno incontri con “le forze politiche e civiche toscane per avviare un confronto sul programma e condividere la strada verso la scelta di una candidatura alla presidenza della Regione Toscana capace di rappresentare questo percorso. Si ritiene che un confronto programmatico sul futuro della Toscana possa maturare presto anche con il Movimento 5 stelle”. In occasione della direzione regionale è stata presentata “una segreteria unitaria che include tutte le sensibilità” del partito toscano.
Alla segretaria Simona Bonafè, “che si avvarrà di un ristretto, autorevole e unitario gruppo di lavoro da lei proposto – si legge in una nota -, il compito nelle prossime settimane di consultare”, tra gli altri, “parlamentari, consiglieri e assessori regionali, il presidente della Giunta, i segretari territoriali, e un’ampia delegazione di sindaci”, per costruire la coalizione per le regionali del 2020.
Con la direzione regionale di oggi (ieri ndr.) si è finalmente aperta una fase nuova: dentro il Pd, con lo spirito collaborativo di una segreteria finalmente unitaria e verso l’esterno” con l’obiettivo di “costruire una coalizione larga e plurale”, lo afferma Alessandra Nardini, consigliera regionale Pd ed esponente dell’area Zingaretti.
avatar