Regionali: Rossi, serve accordo nazionale Pd-M5s-Leu-Iv

“Solo un accordo nazionale per le regionali può rilanciare questa maggioranza: Pd, M5stelle, Leu e  Italia Viva devono sentire l’obbligo di fare un accordo per combattere e vincere la destra che si presenta unita alleelezioni di settembre”.

A scriverlo su Facebook è il presidente della regione Toscana Enrico Rossi, secondo cui serve “per garantire a questo governo di durare ed evitare il ritorno alle elezioni in una situazione drammatica per il Paese”.
In caso di sconfitta alle regionali, sostiene Rossi, “sarà ben difficile per il governo continuare. Zingaretti ha lanciato la proposta e ora è giusto insistere. Conte convoca l’opposizione. Io mi permetto sommessamente di consigliare di convocare la maggioranza per parlare delle regionali. A meno che… a meno che… già non si pensi ad altro. Ma allora si dovrebbe dire. Gli italiani e il Pd non potrebbero e non dovrebbero, a mio avviso, accettare un’altra operazione di trasformano “.

“In Toscana abbiamo il candidato e un percorso comune tracciato. A che serve rilanciare oggi su alleanze impercorribili?”. Lo scrive su Twitter Nicola Danti, europarlamentare di Italia Viva, rispondendo alla proposta del presidente della Toscana Enrico Rossi di un accordo nazionale per le Regionali fra Pd, Iv, M5s e Leu. “Italia Viva – afferma Danti – in ogni regione è coerente con i propri valori, inconciliabili con i populismi. Costruiamo proposte per la Toscana non alleanze senza senso”.

0 0 vote
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments