Nuova vita per l’ex deposito tram di via De Andrè

ex deposito

L’ex deposito tram di via De Andrè avrà nuova vita: una destinazione artigianale e commerciale. Lo ha stabilito la giunta di Palazzo Vecchio su proposta dell’assessora all’Urbanistica Cecilia Del Re nel corso dell’ultima seduta. Avviata la verifica di valutazione ambientale del piano di recupero. “Sarà mantenuta l’antica vocazione artigianale del complesso”, ha detto Del Re.

Il piano approvato dalla Giunta comunale prevede la realizzazione nell’area di un’attività commerciale di esposizione e rivendita di autoveicoli con officina connessa. Il piano di recupero per l’ex deposito tram di via De Andrè prevede di suddividere l’area in due unità di intervento: una al recupero del vecchio fabbricato da preservare, l’altra al terreno sul retro. Questa è la proposta di assessora all’Urbanistica Cecilia Del Re.

Il primo edificio avrà una destinazione di tipo artigianale-industriale (autofficina) mentre il secondo sarà destinato ad attività di tipo commerciale per esposizione e rivendita di autoveicoli. Tra i fabbricati del complesso, si trova un edificio realizzato agli inizi del ‘900 originariamente utilizzato come officina per i tram, che presenta caratteri architettonici interessanti da salvaguardare e mantenere.

“Un intervento che consentirà di dare nuova vita all’area – ha detto l’assessore Del Re -, riqualificando le strutture presenti e recuperando l’edificio del ‘900 utilizzato in origine come officina per i tram. Insieme alla destinazione commerciale sarà mantenuta l’antica vocazione artigianale del complesso, dando alla zona concrete potenzialità di sviluppo e miglioramento”.

avatar