Neonata positiva al covid ricoverata al Meyer

neonata
Foto Controradio

Neonata ricoverata all’ospedale pediatrico Meyer di Firenze. La bambina era nata prematura all’ospedale Noa di Massa e a 26 giorni è risultata positiva al Covid, trasmesso dai genitori che stavano aspettando ancora di ricevere la prima dose di vaccino.

La neonata, secondo Il Tirreno che riporta la vicenda, si troverebbe nel reparto di rianimazione con un casco che le permette di respirare.

Dall’ospedale Meyer confermano che la piccola si trova in rianimazione ma solo in via precauzionale e che le sue condizioni sono stazionarie.

A contrarre il virus, è stato ricostruito, sono stati per primi i genitori che stavano attendendo il proprio turno per ricevere la prima dose di vaccino. Nei giorni scorsi però la
coppia ha avuto la febbre alta e ha deciso di effettuare un tampone che è risultato positivo.

La febbre ha colpito subito anche la piccola che è stata trasportata al pronto soccorso di
Massa dove i medici hanno confermato il contagio.

La bambina era nata prematura all’ospedale Noa di Massa e anche per questo i medici hanno deciso per il ricovero al Meyer, nonostante le sue condizioni non apparissero gravi.

Intanto “L’ospedale di Empoli (Firenze) è costretto a riaprire il reparto Covid” a causa dell’aumento di casi di infezione da Coronavirus. Lo rende noto con una nota Alessio Spinelli, sindaco di Fucecchio (Firenze) e presidente della Società della Salute Empolese Valdelsa Valdarno. Il nosocomio empolese, che normalmente non ha un reparto di malattie infettive e viene coinvolto dall’Asl Toscana Centro quando gli altri ospedali non riescono da soli a far fronte ai ricoveri, aveva chiuso la propria area Covid il 15 giugno scorso e la terapia intensiva il 24 giugno.

“Non avremmo mai voluto che accadesse di nuovo – scrive ancora Spinelli – ma con tutte queste persone che non si vaccinano era inevitabile arrivare a questo punto. I numeri che
ci arrivano dagli ospedali sui ricoveri sono chiarissimi: la quasi totalità della persone ricoverate non sono vaccinate. E per quanto riguarda coloro che sono sotto i 60 anni, addirittura la totalità”.

0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments