Morto a Pisa il paleografo Armando Petrucci

Pisa

E’ morto la notte scorsa a Pisa Armando Petrucci, tra i più importanti studiosi di paleografia, professore emerito della Scuola Normale. La notizia della scomparsa di Petrucci è stata data dalla stessa Normale.

Nato il primo maggio 1932 a Roma, città dove si era laureato in paleografia e diplomatica, Petrucci è stato archivista di Stato e quindi conservatore dei manoscritti nella biblioteca dell’Accademia dei Lincei e Corsiniana. Aveva insegnato nella scuola speciale per archivisti e bibliotecari dell’Università di Roma ed era stato docente di paleografia e diplomatica all’ateneo di Salerno e alla Sapienza. Aveva anche insegnato negli Usa più volte, alla Newberry Library di Chicago, alla Michigan University di Ann Arbor, alla Stanford University, e a Parigi all’Ecole des Hautes Etudes en Sciences Sociales e al College de France.

Alla Normale Petrucci era arrivato nel 1991, come ordinario di paleografia latina, rimanendovi fino alla pensione e scegliendo Pisa come città dove vivere. Era anche membro dell’Academie Royale de Belgique. I suoi interessi principali, ricorda ancora la Normale, “riguardavano la storia della scrittura e del libro, la storia dell”alfabetismo, la storia delle biblioteche e dell’erudizione”.

Commenta la notizia

avatar