Mar 23 Lug 2024

HomeToscanaLavoroLucca: implementare l'attività dello scalo merci ferroviario

Lucca: implementare l’attività dello scalo merci ferroviario

Toscana, implementare l’attività dello scalo merci ferroviario di Capannori-Porcari (Frizzone), in provincia di Lucca, con l’obiettivo di favorire lo scambio modale gomma ferro e quindi migliorare la qualità dell’aria nella piana di Lucca.

Su proposta dell’assessore regionale alle infrastrutture e trasporti Stefano Baccelli, la Giunta toscana ha dato il via libera allo schema di un protocollo di intesa che va a implementare l’attività dello scalo merci ferroviario di Capannori-Porcarie e coinvolge oltre la Regione, Rfi, la camera di Commercio della Toscana nord ovest, la provincia di Lucca e i Comuni di Capannori e Porcari.

Il protocollo prevede lo sviluppo di azioni coordinate e concertate fra i soggetti firmatari, spiega una nota, orientate al potenziamento dei traffici intermodali nello scalo merci di Porcari gestito da Rfi, e attualmente costituito da tre binari a terra non elettrificati che hanno funzione di presa/consegna dei convogli, e cinque binari operativi su cui si svolgono le attività di carico/scarico dei carri.

La Regione Toscana ha affidato alla società Lucense Scarl di Lucca la redazione di uno studio finalizzato alla stima dei benefici ambientali connessi con il traffico commerciale su gomma nell’area della piana di Lucca. Da parte sua Rfi metterà a disposizione uno studio di pre fattibilità già prodotto e relativo al potenziamento infrastrutturale dello scalo.

Compito della Provincia e dei Comuni sarà quello di produrre gli atti di competenza finalizzati a consentire la spedita realizzazione degli interventi. La Camera di commercio fornirà i propri contributi aggiornando i flussi merci generati dal sistema produttivo lucchese.

“Vogliamo implementare l’attività dello scalo merci ferroviario del Frizzone – sottolinea Baccelli – per andare verso l’obiettivo che questa Giunta persegue fortemente e che è quella della cura del ferro. L’aumento del traffico merci su rotaia consentirebbe poi anche una diminuzione delle emissioni di Pm10, almeno quelle provocate dalla circolazione dei mezzi di trasporto e sappiamo quanto la piana di Lucca abbia bisogno di scelte del genere”

Rock Contest 2023 | La Finale

Sopravvissute, storie e testimonianza di chi decide di volercela fare (come e con quali strumenti)