Lavoratrice madre firma accordo, mantiene il posto

lavoratrice

Si chiude positivamente la vicenda di Valentina, la lavoratrice di Arval Firenze che era a rischio licenziamento, e che ieri sera ha sottoscritto un accordo che garantisce il mantenimento del suo posto di lavoro. Lavoratrice part-time, madre di due figli, considerata in esubero nella riorganizzazione del suo reparto, come unica alternativa al licenziamento aveva ricevuto la proposta di un trasferimento a Milano. Per lei c’è stata una mobilitazione.

Immediata la risposta dei sindacati, che il 19 novembre avevano indetto uno sciopero in segno di solidarietà dopo la decisione di Arval di sospendere la dipendente in vista di un possibile licenziamento.

“La mia storia è una delle tante, di una delle tante persone, donne, mamme, che si trovano davanti ad un momento delicato dove non c’è nessuna formazione che ti insegna come affrontarlo”, scrive Valentina in una lettera aperta di ringraziamento diffusa dalla Fisascat-Cisl, che l’ha sostenuta nella vertenza: “Ognuno di noi – afferma – porta a casa la certezza che insieme si può”.

0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments