I bambini sconfiggono la paura con “Aisha e la città dei cuori”

Venerdì 24 maggio, alle ore 17.00 presso la Sala Spadolini del Bar Ristorante La Loggia al Piazzale Michelangelo, verrà presentato l’audiolibro “Aisha e la città dei cuori”, scritto da Sandra von Borries, un progetto di beneficenza dedicato ai bambini affetti da cardiopatia congenita, edito da Double Shot (Firenze), con il patrocinio della Regione Toscana.

Insieme a Cristina Giachi, Vicesindaca di Firenze, Fabio Giorgetti, Presidente della Commissione Sviluppo Economico del Comune di Firenze e Cristina Scaletti, medico Responsabile Regionale dei percorsi malattie rare, l’autrice Sandra von Borries presenterà alla stampa il libro e le sue finalità. Durante l’incontro la cantante Marilena Catapano, accompagnata al pianoforte da Enrico Andreini, presenterà dal vivo alcune delle canzoni presenti nel CD allegato al libro. Al termine dell’incontro verrà offerto un rinfresco.

“Aisha e la città dei cuori”, illustrato dal fumettista cubano Frank Espinosa con le introduzioni di Carlo Conti e della Dr.ssa Nadia Assanta, cardiologa presso l’Ospedale del Cuore di Massa, è un’avvincente avventura che si svolge sotto il mare. La scimmietta blu Aisha e il suo cuore Bumbùm affrontano la temibile Onda della Paura e prendono per mano il bambino mostrandogli che la paura è un sentimento che appartiene a tutti e che la si può affrontare e vincere insieme. La voce di Paola Cortellesi narra la storia nel CD allegato e canta tre canzoni inedite per i bambini scritte da Enrico Andreini con i testi di Sandra von Borries. Nella canzone ‘Cuore e coraggio’, di cui in questi giorni uscirà anche il  video animato realizzato da Movimento Creative Label, la Cortellesi duetta il rapper Frankie hi-nrg.

“Aisha e la città dei cuori” è il sequel del primo libro di successo “Aisha”, pubblicato nel 2016: entrambi gli audiolibri sono stati distribuiti gratuitamente in tutte le cardiochirurgie pediatriche italiane e nelle associazioni, al fine di offrire un supporto e uno strumento utile a contrastare le sofferenze e le paure dei piccoli affetti da cardiopatia congenita. Scopo di questo progetto è inoltre quello raccogliere fondi a sostegno del prezioso lavoro che viene svolto nei reparti italiani di cardiochirurgia pediatrica: l’intero ricavato delle vendite viene utilizzato, infatti, per l’acquisto di materiale ospedaliero, lettini pediatrici e per il supporto delle missioni umanitarie in Africa di cardiologi e cardiochirurghi, per la cura di bambini con gravi cardiopatie congenite. Paola Cortellesi, a margine degli impegni promozionali per l’uscita del suo ultimo film ‘Ma cosa ci dice il cervello’, ha commentato così il suo contributo artistico al libro: “Ho partecipato con amore alla realizzazione di questo progetto dedicato ai bambini, sia quelli che beneficeranno dei proventi, sia quelli che semplicemente leggeranno questa bellissima nuova avventura di Aisha”.

avatar