Fucecchio, ritirate procedure di licenziamento per 18 lavoratori

Fucecchio licenziamenti
Foto d'archivio

Sono state ritirate le procedure di licenziamento per 18 dipendenti di due storiche concerie di Fucecchio (Firenze), Alba e Pegaso, appartenenti alla stessa proprietà. Questo è l’esito del percorso di confronto che si è sviluppato attraverso il tavolo convocato dalla Regione Toscana.

Nel mese di  novembre le due concerie di Fucecchio, spiega una nota diramata dall’azienda, avevano avviato le procedure per 18 dipendenti considerati in esubero, su 88 addetti complessivi. Subito è stata attivata l’unità di crisi presso la Regione Toscana e, sia grazie al lavoro del tavolo istituzionale, sia grazie a quello procedurale attivato con Arti (Agenzia Regionale Toscana per l’Impiego) è stato possibile giungere a una conclusione positiva.

“Quando si dà il giusto valore al confronto si riescono a possono trovare soluzioni non traumatiche e alternative al licenziamento come è avvenuto oggi”, questo il commento del presidente della Regione Toscana Eugenio Giani in seguito alla notizia.

“Ringraziamo la proprietà – sottolinea anche Valerio Fabiani, consigliere per il lavoro e le crisi aziendali del presidente della Regione – per questa disponibilità al dialogo e i sindacati per il grande impegno profuso nella ricerca di una soluzione. Il risultato finale è il migliore possibile: il mantenimento di tutti i posti di lavoro”.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments