Florence Percussion Festival

Dal 4 al 6 novembre il Florence Percussion Festival. Primo Festival delle Percussioni a Firenze. Tre giorni dedicati al ritmo, workshop, laboratori, concerti, espositori. Per professionisti, amanti del ritmo, famiglie e bambini. 3 concerti, 15 workshop, 32 ore di formazione, 7 artigiani del suono, 30 realtà coinvolte.

Un progetto che nasce nasce da un’idea dei musicisti Chiara Di Gangi e Dario Castiello con l’obiettivo di proporre alla città di Firenze un evento dedicato al ritmo e con l’intento di promuovere e divulgare le culture popolari italiane, europee ed extraeuropee, facilitare l’incontro tra artisti e coinvolgere il tessuto sociale toscano. Dal 4 al 6 Novembre Florence Percussion Festival: Il Primo Festival delle Percussioni a Firenze. L’iniziativa sarà ospitata presso lo Chapiteau di InStabile Culture in Movimento. L’accesso sarà a ingresso libero, mentre per partecipare ai workshop è richiesta una quota d’iscrizione.

Il programma: concerti, laboratori ed espositori

Venerdì 4 alle ore 21:30,  la giornata inaugurale,  sul palco di InStabile Alfio Antico: grande artista e musicista siciliano,  che è riuscito a costruire uno stile musicale unico grazie alle sua conoscenza e ai suoi profondi legami con la tradizione e alla sua grande creatività, diventando così il più grande portavoce al mondo del suo strumento, il tamburo a cornice. Darà voce ai suoi tamburi con un concerto – Semu suli semu tutti (Siamo sole siamo tutti). Possiede più di 200 tamburi, tutti rigorosamente costruiti e intarsiati da lui, a mano. Ogni tamburo rappresenta un momento della sua vita e ogni tamburo è presente in scena con la sua personalità e il suo suono unico. Aprirà il Concerto Gennaro Scarpato con un Viaggio Sonoro che ci accompagnerà nei suoni delle percussioni più antiche del mondo fino ad arrivare ai giorni d’oggi. Performance Fondazione Luigi Tronci. Concerto a Biglietteria: 15€ Intero \ 12€ Ridotto (over 60, tessera arci) \ 6€ (bambini da 4 a 13 anni).

Sabato 5 alle ore 21:30 verremo trasportati dai ritmi tradizionali di Zam Moustapha Dembélé – Griot del Mali e musicisti italiani. Il concerto è uno spettacolo in cui la musica suggestiva della kora, si mescola alle narrazioni del griot, alla forte energia del legno del balafon e al ritmo delle percussioni. Moustapha Dembélé, detto Zam, è un griot del Mali, musicista polistrumentista, cantante, compositore e  artigiano che costruisce i suoi stessi strumenti musicali tradizionali, secondo gli antichi rituali. Aprirà il Concerto Giovanni Imparato, uno dei più grandi esponenti della musica afrocubana in Italia. 10€ Intero \ 8€ Ridotto (over 60, tessera arci) \ 6€ (bambini da 4 a 13 anni). 

Domenica 6 alle ore 19:00 il Festival si chiude con la PERCUSSION JAM che coinvolgerà la maggior parte dei musicisti presenti. Una performance ritmica ed esplosiva, piena di sorprese.

INFO/PROGRAMMA

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments