Firenze: riapre con orari prolungati l’Opera di Santa Maria del Fiore

Firenze
Foto d'archivio

Sarano visitabili tutti i monumenti del Duomo di Firenze con orari prolungati: come avveniva prima dello scoppio della pandemia da coronavirus.

Da oggi, primo marzo, riapre l’Opera di Santa Maria del Fiore con orari pre-covid. Tante le novità a partire dall’ingresso gratuito, ogni prima domenica del mese, al Museo, Battistero e Santa Reparata per i residenti a Firenze e Area Metropolitana grazie al biglietto speciale denominato “Giglio pass”, ritirabile presentando un documento di identità presso le casse dell’Opera.

Saranno tre le tipologie di ingressi che sostituiranno i biglietti singoli adottati durante la pandemia. Il Brunelleschi pass che permette di visitare tutti i monumenti compresa la Cupola (costo 30 euro a persona, ridotto per bambini da 7 a 14 anni, 12 euro, e fino a 6 anni ingresso gratuito); il Giotto pass che ad eccezione della Cupola include tutti gli altri monumenti (20 euro, ridotto 7 euro e fino a 6 anni ingresso gratuito) e il Ghiberti Pass che esclude Campanile e Cupola, cioè i monumenti con salite, e permette di visitare il Museo, il Battistero e Santa Reparata (15 euro l’intero, ridotto 7/14 anni 5 euro e fino a 6 anni ingresso gratuito).

Ad eccezione della Cupola del Brunelleschi dove sarà obbligatorio prenotarsi scegliendo un orario, gli altri monumenti e il museo saranno accessibili senza prenotazione. Tutti i biglietti avranno validità 3 giorni dalla data scelta. La cattedrale rimarrà sempre ad ingresso gratuito, ma la domenica sarà chiusa ai visitatori per le celebrazioni del culto.

0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments