Disco della settimana: Reverend Peyton’s Big Damn Band

Una delle band rock-blues più importanti dell’attuale scena americana, Reverend Peyton’s Big Damn Band, salgono di nuovo sulla ribalta con “Dance Songs For Hard Times”. Nuovo disco della settimana.

Riconosciuto come uno dei migliori finger picking guitarist al mondo, il “Reverendo” Josh Peyton dirige la sua band “familiare” influenzato dai grandi maestri come Son House, Charley Patton, Furry Lewis e Robert Johnson, RL Burnside, a J.L.Hooker, T-Model Ford e a Jimbo Mathus.

Il blues rurale, country, bluegrass, gospel, hillibilly e punk si incontrano con una forte dose di ironia e sferzante sarcasmo. Il nuovo album della settimana di Controradio.

Il trio composto dal Reverendo Peyton (lead vocals & National guitars, harmonica), da sua moglie Breezy “Washboard” Peyton (washboard, percussion & background vocals) e da broth Max Senteney (drums, percussion) proviene dallo stato dell’Indiana.

Giunti al decimo album dopo circa 25 anni di carriera, si fanno traghettatori di un blues viscerale e scorbutico avvinghiato alla tradizione, suoni sporchi di fango e sangue aggrappati a un blues rurale animato da un atteggiamento punk. Difficile infatti non risentire nella voce del Reverendo gli echi di Jello Biafra dei Dead Kennedys o di David Thomas dei Pere Ubu.

Il disco, Dance Songs For Hard Times, uscito nell’aprile del 2021 per la Family Owned Records (l’etichetta di famiglia che pubblica i lavori della band), ha raggiunto il numero 1 della classifica “Blues Album” di Billboard, ed è il nostro Disco della settimana!

La pagina della band: www.bigdamnband.com

0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments