Disco della settimana: Fleet Foxes “Shore”

Esattamente per l’equinozio d’autunno, i Fleet Foxes sorprendono i fan con la pubblicazione del quarto album “Shore”. Gioioso e ottimista, il lavoro esce per la prestigiosa Anti ed è il nuovo album della settimana di Controradio

Shore è stato registrato prima e durante la quarantena ad Hudson (NY), Parigi, Los Angeles, Long Island City e New York City dal settembre 2018 fino al settembre 2020. Formato da 15 brani per un totale di 55 minuti, inizialmente Shore era ispirato a quegli eroi musicali del frontman Robin Pecknold, come Arthur Russell, Nina Simone, Sam Cooke, Emahoy Tsegué-Maryam Guebrou  che nella sua esperienza hanno celebrato la vita di fronte alla morte. “Vedo ‘shore’ come un posto sicuro ai margini di qualcosa di incerto, fissando le onde di Whitman che recitano ‘death’” ha affermato Pecknold. “Tentato dall’avventura dell’ignoto, allo stesso tempo apprezzi il comfort del terreno stabile sotto di te. Questa è la mentalità che ho adottato, il carburante che ho trovato per fare questo album.”

Oltre all’album ( la cui distribuzione ‘fisica’ è prevista per febbraio) la band condivide un road movie omonimo, girato in 16 mm da Kersti Jan Werdal, che mostra i paesaggi del nord-ovest del Pacifico

ASCOLTA “CAN I BELIEVE YOU”

ASCOLTA “SUNBLIND:

0 0 vote
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments