David Rossi: “quando ci vedemmo aveva giacca blu, non grigia”

controradio news
© ImagoeconomicaDAVIDE DAVID ROSSI MPS

Così l’imprenditore Fulvio Muzzi durante l’audizione in commissione parlamentare d’inchiesta sulla morte di David Rossi ha risposto a chi gli chiedeva di che colore fosse stata la giacca dell’ex manager di Mps al momento del loro incontro

La giacca rinvenuta nell’ufficio di Rossi dopo la sua morte “era di colore grigio” , ma poco prima di essere trovato morto, il responsabile della comunicazione MPS David Rossi “indossava una giacca blu”. Ne è “sicurissimo” l’imprenditore Fulvio Muzzi che ne ha parlato durante l’audizione in commissione parlamentare d’inchiesta sulla morte di David Rossi rispondendo a chi gli chiedeva di che colore fosse stata la giacca dell’ex manager s al momento del loro incontro “avvenuto intorno alle 17.35” del 6 marzo 2013.

Il membro della commissione d’inchiesta Luca Migliorino (M5s) ritiene il dettaglio “molto interessante” .  Muzzi e Rossi, che si conoscevano da tempo, si erano incontrati per un caffè vicino a Rocca Salimbeni per motivi privati legati alla professione di Muzzi, imprenditore nel campo dell’elettronica. Muzzi sarebbe stata l’ultima persona incontrata da Rossi fuori dalla banca prima del decesso, “mi sembra strano che non sia mai stato ascoltato dagli inquirenti” ha poi aggiunto Migliorino. Alla domanda se avesse notato dei cambiamenti nel comportamento di Rossi dopo la perquisizione domiciliare, Muzzi ha risposto: “Per me non era cambiato”. Una parte dell’audizione dell’imprenditore senese è stata poi secretata.

“Il 19 febbraio 2013 fu un uno spartiacque nel suo comportamento, è stato quello il momento in cui ha cambiato il suo atteggiamento”. Così invece Chiara Galgani, collega di David Rossi all’ufficio comunicazione di Mps, in riferimento alla data della perquisizione domiciliare che subì l’ex capo della comunicazione di banca Mps morto poi il 6 marzo dello stesso anno, il 2013, precipitando dalla finestra del suo ufficio in Rocca Salimbeni.

Chiara Galgani, durante l’audizione in commissione d’inchiesta sulla morte di Rossi, ha spiegato come dopo la perquisizione il manager “era ancora più chiuso, era più assente al lavoro, tendeva ancora di più ad evitare il confronto”. Galgani, che fa parte dell’ufficio stampa e comunicazione di Mps, ha anche ricostruito l’incontro avvenuto tra lei e il suo superiore nel suo ufficio “poco prima delle 18” del 6 marzo 2013: “Rispondeva in modo lucido e puntuale alle mie domande ma l’ho trovato un po’ assorto come se avesse anche altre cose su cui stava contemporaneamente ragionando”, ha aggiunto Galgani ricordando di essere uscita dalla banca intorno alle 19.20 e di essere passata davanti alla stanza di Rossi “e – ha ricordato – la porta era chiusa”.

0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments