Coronavirus: appello medici Firenze, test a tutti sanitari

coronavirus: carenza mascherine per medici
immagine di archivio

“Firenze sta diventando, con le lente e asfissianti scelte che vengono fatte, una vera e propria incubatrice del coronavirus”. Lo afferma il direttivo dell’ordine dei medici del capoluogo toscano, in una lettera aperta con la quale chiede di sottoporre a test virologici tutti i sanitari attivi negli ospedali dell’Asl Toscana Centro e nelle aziende ospedaliere del territorio, considerati tra le persone più esposte al virus, per individuare e isolare i positivi al Covid-19 e contenere il contagio.

“O si sceglie di operare una sorveglianza attiva oppure la pandemia finirà per bloccare tutto il sistema assistenziale cittadino” si afferma nella lettera. “L’Ordine – prosegue il documento – evidenzia che è ormai conoscenza comune che una quota superiore al 70% dei contagiati sia asintomatica o paucisintomatica e pur contagiosa. In questo senso i sanitari ad oggi sono indubbiamente la fascia di popolazione più esposta al rischio di contagio diretto e i più a rischio di diffusione della malattia”. “Se i presìdi ospedalieri, gli ambulatori dei medici specialisti ambulatoriali e dei medici di medicina generale hanno operatori potenzialmente Covid positivi – proseguono i medici nella lettera -, diventa prioritario dentificare gli operatori positivi e metterli in quarantena, altrimenti tutta ‘assistenza è destinata a collassare rapidamente”. I medici chiedono inoltre di estendere questa strategia al settore della sanità privata e a tutte le categorie a rischio, tra cui forze dell’ordine e personale dei supermercati”.

avatar