Gio 18 Apr 2024

HomeToscanaPoliticaConte: fatte molte cosa ma nulla in confronto a ciò che faremo

Conte: fatte molte cosa ma nulla in confronto a ciò che faremo

“Le riforme già varate non sono nulla rispetto a quello che ancora faremo. Ma forse le maggiori energie fisiche e mentali le ho spese in questa mia esperienza di governo per ricostruire la fiducia tra le persone, tra cittadini e istituzioni” ha detto  il presidente del Consiglio
Giuseppe Conte parlando a Firenze.

“Il reddito di cittadinanza e quota 100 “esprimono una politica a forte impatto sociale. Per
proteggere i più deboli e vulnerabili. Dobbiamo continuare a lavorare per invertire l’esclusione di fasce sempre più ampie della popolazione” e introdurre “operazioni riparatrici nei
confronti di lavoratori che sono state una concreta violazione del patto sociale” ha aggiunto
Conte partecipando al Festival dell’Economia civile in corso a Firenze.

“Non mi sembra ci siano i  presupposti per parlare di attacco alle banche… Conserviamoci
tutti lucidi” ha poi aggiunto. “Il mio motto è ‘sobri nelle parole generosi nelle azioni”. “Lo dico a tutti i ministri”, ha aggiunto il presidente del Consiglio spiegando che questo è
quello che “stiamo facendo tutti. Le polemiche lasciano il tempo che trovano”, ha concluso Conte.

Poi i prossimi impegni: “Domani non è previsto il Consiglio dei ministri, lo fisseremo ovviamente in settimana e porteremo il decreto crescita” ha detto Conte. Che ha sottolineato come domani incontrerà ” il presidente della Commissione europea Jean-Claude Junker e andiamo anche a cena insieme”.

Infine la questione del Congresso mondiale delle Famiglie e le polemiche anche interene al Governo.  “A me dispiace molto che sul tema della famiglia possano esserci polemiche e dialettiche. Occorre sempre dialogo e rispetto per le idee altrui. Nessuna polemica:
La verità è che noi lavoriamo e lavoriamo tanto e anzi dobbiamo fare in modo che queste polemiche non oscurino il gran lavoro che stiamo facendo quotidianamente nell’interesse degli
italiani” ha concluso  il presidente del Consiglio. Che poi parlando di Salvini ha aggiunto  “Bel pomeriggio insieme nella campagna fiorentina. Bene le parole e le discussioni,
rispettando ognuno le idee dell’altro, ma non perdiamo mai di vista la “ragione sociale” per cui siamo al governo: lavoriamo con la massima concentrazione per gli interessi degli italiani”.

Rock Contest 2023 | La Finale

"Prenditi cura di me"