25 novembre: dalle 8.00 su Controradio voci e strumenti contro le violenze di genere

opera de Lediesis

Donne, giovani, precarie e madri. Le più colpite dalla gestione della pandemia. Le loro voci, i loro vissuti e i loro volti il 25 novembre su Controradio.

Mattinata speciale contro tutte le forme di violenza contro le donne: dalla femminilizzazione della povertà, al revenge porn, dalle conseguenze del lock down, alla sindrome da alienazione parentale fino al linguaggio tossico.
Insieme a Raffaele Palumbo, Monica Pelliccia e Chiara Brilli in onda dalle 8 alle 10 su Controradio e sui nostri canali social tramite la piattaforma digitale Edo con interviste, reportage, collegamenti e strumenti per riconoscere e affrontare le discriminazioni di genere.
Per lo speciale radiofonico di Controradio il collettivo di street artists Lediesis, che ringraziamo enormemente, ci hanno ‘dedicato’ la loro opera con Anna Magnani con il seguente commento:
La Magnani è un’icona nazionale e rappresenta tutte le donne forti che si rialzano e in questa opera (che tra l’altro è già volata in Polonia) è raffigurata con la mascherina che usano le donne polacche per manifestare contro il divieto di aborto, ma che è già il simbolo di tutte le lotte che tutte noi stiamo portando avanti per i nostri diritti.
guest
1 Comment
vecchi
nuovi i più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Bordocchio
Bordocchio
2 anni fa

Il linguaggio tossico è vostro che istigate razzismo verso i maschi. Come si fa a negare che molte madri separate e collocatario (ma anche qualche padre separato, solo perché i collocatari sono meno), negano i contatti con l’altro genitore, nonni, zii e cugini di quella parte. Tutti noi ne conosciamo qualcuno o più d’uno.