Zona rossa per la Toscana per almeno altri 15 giorni

zona rossa

Il Ministro della Salute, Roberto Speranza, sulla base dei dati e delle indicazioni della Cabina di Regia del 2 aprile 2021, ha firmato l’ordinanza che entrerà in vigore a partire da martedì 6 aprile prossimo, e che vede la Toscana rimanere in zona rossa per altri 15 giorni.

Insieme alla Toscana vengono confermate in zona rossa per altri 15 giorni la Calabria, la Campania, l’Emilia-Romagna, il Friuli-Venezia Giulia, la Lombardia, il Piemonte, la Puglia, e la Valle d’Aosta.

Mentre una seconda ordinanza dispone il passaggio in area arancione per le Regioni Marche, Veneto e Provincia Autonoma di Trento. Le regioni però potranno implementare eventuali misure più restrittive o mantenere quelle già adottate sui territori.

Ricordiamo inoltre che, per effetto del Decreto-legge del 1° aprile 2021, alle Regioni in zona gialla si applicano fino al 30 aprile le stesse misure della zona arancione, e che nei giorni 3, 4 e 5 aprile 2021, sull’intero territorio nazionale, ad eccezione delle Regioni o Province autonome i cui territori si collocano in zona bianca, per effetto Decreto-legge del 12 marzo 2021 si applicano le misure stabilite per la zona rossa.

Quindi a partire dal 6 aprile 2021, Calabria, Campania, Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Lombardia, Piemonte, Puglia, Toscana, Val d’Aosta, saranno in zona rossa, ed in area arancione tutte le altre.

MINISTERO DELLA SALUTE ORDINANZA 2 aprile 2021
Art. 1
Misure urgenti di contenimento e gestione dell’emergenza sanitaria nelle Regioni Calabria, Campania, Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Lombardia, Piemonte, Puglia, Toscana e Valle d’Aosta.

  1. Allo scopo di contrastare e contenere il diffondersi del virus SARS-Cov-2, alle Regioni Calabria, Campania, Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Lombardia, Piemonte, Puglia, Toscana e Valle d’Aosta, si applicano, per un periodo di ulteriori quindici giorni e fatta salva una nuova classificazione, le misure della c.d. «zona rossa», nei termini di cui agli articoli 1 e 2 del decreto-legge 1° aprile 2021, n. 44.

 Art. 2 Disposizioni finali

  1. La presente ordinanza produce effetti dal primo giorno non festivo successivo alla pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale, ai sensi dell’art. 39 del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 2 marzo 2021.  La presente ordinanza e’ trasmessa agli organi di controllo e pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.

 Roma, 2 aprile 2021  Il Ministro: Speranza

Registrato alla Corte dei conti il 3 aprile 2021 Ufficio di controllo sugli atti del Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca, del Ministero dei beni e delle attività culturali, del Ministero della salute, del Ministero.

0 0 vote
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments