Gio 18 Lug 2024
HomeToscanaCronacaUn secolo di Ateneo con Mattarella a Firenze

Un secolo di Ateneo con Mattarella a Firenze

Un secolo di Ateneo fiorentino con il presidente della Repubblica Sergio Mattarella che torna oggi nel capoluogo toscano per festeggiare i 100 anni dell’Università e per l’inaugurazione dell’anno accademico.

La cerimonia è organizzata al Teatro del Maggio Musicale. Dopo il saluto della Ministra dell’Università e della Ricerca Anna Maria Bernini, la rettrice Alessandra Petrucci esporrà la sua relazione annuale e gli interventi di Carlo Spadoni e Francesco Oriolo, rappresentanti rispettivamente delle studentesse e degli studenti e del personale tecnico-amministrativo. La prolusione è affidata a Simonetta Cheli, direttrice dei Programmi di osservazione della Terra dell’Agenzia spaziale europea.

Il Capo dello Stato  visiterà poi il museo della Specola (che, dopo gli interventi di riqualificazione e restauro, riaprirà  il 21 febbraio 2024, data di nascita dello stesso Museo, che nel 2025 compirà 250 anni). Il presidente della Repubblica parteciperà anche all’inaugurazione della Fondazione intitolata a Piero Bargellini, il sindaco che affrontò l’emergenza dell’alluvione di Firenze del 1966.  Presenzierà inoltre alla cerimonia di intitolazione del parco di San Donato, nel quartiere di Novoli, al magistrato Piero Vigna, scomparso 12 anni fa, uno dei protagonisti della battaglia dei magistrati fiorentini contro le mafie.

 

L’evento universitario di oggi darà l’avvio ufficiale alle manifestazioni per i cento anni dell’Ateneo previste nel corso di tutto il 2024. Il Presidente Mattarella aveva presenziato anche all’inaugurazione dell’anno accademico 2018/2019 dell’ateneo fiorentino. Nel 1924 l’Ateneo fiorentino fu riconosciuto ufficialmente come Università.

“Ricordare i 100 anni per l’Università di Firenze non è tanto un momento celebrativo, ma un’occasione di riflessione sul valore della sua presenza nella realtà cittadina, nazionale e non solo. L’Università vuole vivere questo momento come un’occasione di incontro con tutti i portatori d’interesse dell’Ateneo e come una sfida per potenziare la sua azione, secondo le sue missioni istituzionali. Il legame con il territorio è forte e saldo, come dimostra l’adesione di tanti enti e istituzioni, che hanno voluto significare la loro vicinanza storicizzata all’Ateneo. Se molte iniziative puntano al coinvolgimento dei cittadini, i protagonisti del centenario e oltre, come recita il nostro motto, saranno proprio studentesse e studenti, come sempre destinatari dell’impegno e della costante attenzione dell’Ateneo”, ha ribadito in occasione della presentazione delle celebrazioni la Rettrice Alessandra Petrucci.