🎧 “Terre furiose”, celebrazioni per Ariosto in Garfagnana

Terre Furiose
🎧 "Terre furiose", celebrazioni per Ariosto in Garfagnana
/

Firenze, la rassegna “Terre furiose”, con un programma ricco di iniziative animerà nel corso del 2022 Castelnuovo Garfagnana per celebrare i 500 anni dall’arrivo di Ludovico Arosto, il celebre autore dell’Orlando Furioso, padre della letteratura fantastica che di questa terra fu, dal 1522 al 1525, commissario ducale al servizio di Alfonso I D’Este.

Il ricco calendario di spettacoli di “Terre furiose”: mostre, giochi di ruolo, incontri, approfondimenti in compagnia di ospiti prestigiosi, è stato presentato oggi dal presidente della Regione Eugenio Giani insieme al sindaco di Castelnuovo Garfagnana Andrea Tagliasacchi e agli organizzatori e sponsor della manifestazione.

Una manifestazione che affianca proposte culturali di taglio più generalista a diverse attività per il pubblico più giovane, richiamandosi ai mondi del gioco e del videogioco. L’immaginario ariostesco sarà contaminato con l’immaginario fantasy e sarà tradotto in linguaggi attuali, per creare connessioni tra passato e presente, fra epica e cultura pop.

“Furono anni di lavoro proficui quelli dal 1522 al 1525, in cui Ludovico Ariosto, al servizio di Alfonso I D’Este, con l’incarico di commissario ducale per la provincia di Garfagnana, abitò la Rocca che porta il suo nome – dice il presidente della Regione Eugenio Giani – perché proprio nella Rocca, che è stata oggetto di un importante restauro, l’autore lavorò all’ampliamento e alla revisione linguistica dell’Orlando Furioso. Ne siamo orgogliosi: fu qui che Ariosto scelse di far passare l’opera dal padano illustre al volgare fiorentino. Il padano prevedeva un lettore cortigiano, ferrarese o comunque locale. Il volgare fiorentino contemplava un allargamento del pubblico oltre i confini della corte e del Ducato. Un segnale di profonda intelligenza e di apertura. Lo celebra a pieno il progetto ‘Terre furiose’ che festeggia i 500 anni dall’arrivo dell’Ariosto in Garfaganana. Con la sua formula originale, che contamina i generi nella più contemporanea delle scelte stilistiche, lancia un messaggio vivo e giovane. Soprattutto destinato ai giovani che, divertendosi, potranno amare l’Ariosto, una delle più grandi personalità letterarie con la vocazione all’innovazione”.

“Ludovico Ariosto svolse nella nostra città l’incarico di Commissario Estense dal febbraio 1522 al giugno 1525 – ricorda Andrea Tagliasacchi- Con il progetto ‘Terre Furiose’ l’amministrazione comunale intende ricordare questo evento raccontando in modo inedito la figura dell’illustre commissario e più in generale il periodo storico in cui Castelnuovo fece parte del Ducato Estense. Tutto questo coinciderà, inoltre, con la conclusione dei lavori di ristrutturazione del monumento simbolo della nostra comunità: la Rocca Ariostesca, la quale, nell’ambito del progetto turistico culturale ‘Cantiere Estense’ promosso dal Ministero della Cultura, è oggetto di un intervento di restauro e valorizzazione. Infine, queste celebrazioni saranno un’ottima occasione per promuovere il nostro turismo e far conoscere il patrimonio culturale e storico della Garfagnana, una ‘Terra Furiosa’ che si candida a diventare uno spazio che dialoga con le grandi città d’arte, dove sperimentare un nuovo modo di vivere la cultura, in stretto rapporto con il territorio e la natura”.

0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments