Stella (FI): Nardella usa soldi pubblici per campagna

Marco Stella

Il consigliere regionale degli Azzurri: “sul mensile che viene distribuito gratuitamente nelle case dei fiorentini, da oggi a giugno, tutti i mesi, Nardella magnificherà i suoi cinque anni
di governo, e per farlo utilizzerà i soldi dei contribuenti. Mi auguro che la Corte dei conti presti attenzione a questa vicenda”.

“Trovo molto grave che il sindaco  di Firenze Dario Nardella faccia campagna elettorale anche con i soldi pubblici, facendo passare per comunicazione istituzionale
informazioni e resoconti sulla sua attività politica. Colpisce poi vedere che il servizio di informazione istituzionale” su un mensile “sia stato pianificato per i mesi da gennaio a giugno 2019, ovvero quelli della campagna elettorale. Ci sembra un uso scorretto dei soldi dei cittadini”. Lo afferma il vicepresidente del Consiglio regionale della Toscana Marco Stella (Fi), in merito a un provvedimento dirigenziale dell’11 gennaio 2019, per l’affidamento diretto del servizio di informazione istituzionale dei quartieri fiorentini per un importo di circa 26mila euro.
Stella osserva, in una nota, che sul mensile “che viene distribuito gratuitamente nelle case dei fiorentini, da oggi a giugno, tutti i mesi, Nardella magnificherà i suoi cinque anni
di governo, e per farlo utilizzerà i soldi dei contribuenti. Mi auguro che la Corte dei conti presti attenzione a questa vicenda”.

“Ma quale campagna elettorale? È un servizio in continuità con gli anni passati: da anni il
Comune di Firenze svolge una parte della sua attività di informazione istituzionale sul Reporter con notizie di servizio sull’attività dei quartieri, senza alcun riferimento al
sindaco”. Così il capogruppo del Partito democratico in Comune a Firenze Angelo Bassi replica al vice presidente del Consiglio regionale Marco Stella che ha criticato la campagna
istituzionale svolta dall’Amministrazione su un mensile, sottolineando come, invece, l’incarico sia stato rinnovato “con limite a giugno proprio per correttezza e rispetto della
scadenza del mandato”, aggiunge in una nota.
“Il consigliere Stella – conclude il capogruppo Bassi – invece di scomodare la Corte dei Conti basterebbe che sfogliasse le pagine acquistate dal Comune” sul mensile, dove “da tempo, si
trovano informazioni utili molto apprezzate dai cittadini, equilibrate e senza alcuna forma di propaganda”.

0 0 vote
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments