Sparatoria Grosseto: omicida fermato a confine Francia

GRosseto: arrestato omicida

E’ stato fermato in provincia di Imperia, quasi al confine con la Francia, l’uomo  che la polizia stava ricercando in seguito al ferimento, con colpi di pistola, di due uomini a Grosseto, uno dei quali, un quarantenne, è poi deceduto.

La sparatoria si è verificata nella tarda serata di venerdì scorso a Grosseto. Da quanto appreso l’uomo è stato bloccato dalla polizia in autostrada, a bordo di un’auto. In corso il suo trasferimento nel capoluogo maremmano.

Sull’accaduto sono in corso indagini della questura di Grosseto. Secondo la prima ricostruzione, il quarantenne, un uomo di origine colombiana,  poi deceduto, e l’altro ferito, un cittadino di origine  senegalese ricoverato in prognosi riservata, si sarebbero presentati sotto casa dell’uomo che ha poi sparato, in viale della Pace a Grosseto.

In particolare, i due, arrivati in auto, sarebbero scesi e poi, dopo aver suonato alla porta, rimontati a bordo della vettura come per aspettare l’uomo. Quest’ultimo uscito di casa, si sarebbe avvicinato all’auto e avrebbe sparato colpendo il senegalese alla spalla e al torace e il colombiano alla testa. Quest’ultimo era alla guida della macchina e avrebbe anche cercato di allontanarsi con la vettura finendo però contro
un’auto in sosta. L’uomo che aveva sparato era poi fuggito. Sul
movente aperte varie ipotesi, compresa anche quella di un regolamento di conti.

“L’episodio della scorsa notte è un fatto grave che scuote gli animi di una città che fortunatamente non è abituata ad eventi così drammatici che devono essere ripudiati in maniera categorica. Non è ancora maturo il momento per commentare né interpretare quello che è successo ma dalle primissime notizie pare che il fatto sia maturato in contesto criminale”. Così in una nota il sindaco di Grosseto, AntonFrancesco Vivarelli Colonna, commenta il ferimento di due persone, una delle quali poi deceduta, avvenuto la notte scorsa nel capoluogo maremmano. “Siamo fiduciosi del lavoro che gli investigatori della Polizia di Stato, coordinati dalla Procura della Repubblica di Grosseto, stanno conducendo in queste ore – conclude il sindaco – per chiarire motivi e dinamiche e assicurare i colpevoli alle giustizia”.

0 0 vote
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments