Sab 13 Lug 2024

HomeToscanaCronacaSiena, Sindaci contro FS: “vogliamo servizio treni efficiente”

Siena, Sindaci contro FS: “vogliamo servizio treni efficiente”

Sabato prossimo alle 10 a Torrita di Siena, presso la Casa della cultura (un tempo magazzino merci della stazione), i primi cittadini compiranno il gesto simbolico di occupare i binari, dopodiché l’assemblea dei consigli comunali delle sei municipalità approverà le richieste da avanzare al ministero delle Infrastrutture e dei trasporti e al Gruppo Fs Italiane

La necessità di strutturare collegamenti di alta velocità verso Nord e Sud Italia da Chiusi; l’urgenza di migliorare il servizio; la definizione degli interventi necessari per offrire il collegamento Siena-Chiusi in meno di 60 minuti; l’inserimento di tali soluzioni nei programmi di investimento di Fs; la possibilità di riaprire le stazioni esistenti sulla linea a fini turistici; la verifica dell’adeguatezza dell’attuale rete delle stazioni in relazione allo sviluppo urbano.

Sono sette i punti all’ordine del giorno su cui i consiglieri comunali di Asciano, Chiusi, Montepulciano, Rapolano Terme, Sinalunga, Torrita di Siena potranno confrontarsi, alla presenza anche dei pendolari che quotidianamente usufruiscono del servizio di trasporto e che sostengono l’iniziativa in programma. Tra le questioni.

Un’iniziativa che avrà il carattere della protesta, ma anche quello del confronto  per chiedere a governo e gruppo Fs italiane di adottare i provvedimenti necessari a migliorare la linea ferroviaria Siena-Chiusi.

Sabato prossimo alle 10 a Torrita di Siena, presso la Casa della cultura (un tempo magazzino merci della stazione), i primi cittadini compiranno il gesto simbolico di occupare i binari, dopodiché l’assemblea dei consigli comunali delle sei municipalità approverà le richieste da avanzare al ministero delle Infrastrutture e dei trasporti e al Gruppo Fs Italiane.

“Dopo anni di iniziative, incontri e presidi da parte nostra – dichiarano i sindaci – nonostante molte insistenze, sostenuti solo dalla Regione Toscana, a oggi siamo giunti solo alla convocazione del gruppo di lavoro che dovrà mettere a punto il programma degli interventi necessari per la linea ferroviaria. Intanto i servizi peggiorano e i collegamenti restano insufficienti e incerti. Come amministratori riteniamo quindi che sia arrivato il momento di far sentire la nostra voce”. Richiesto anche un incontro al ministro Matteo Salvini, nonché alle commissioni parlamentari di competenza.

Rock Contest 2023 | La Finale

Sopravvissute, storie e testimonianza di chi decide di volercela fare (come e con quali strumenti)