“Sbarco” della luna sulla Palazzina Reale con il Firenze Light Festival

palazzina reale

“Si è acceso ieri il video artistico realizzato da The Fake Factory dedicato al satellite, che fino al prossimo 6 gennaio sarà proiettato tutte le sere sulla superficie esterna del Centro per l’Architettura, dando un nuovo volto notturno all’intera zona. <<Un’altra iniziativa per continuare a fare della Palazzina Reale un presidio per la sicurezza, la cultura e la socialità>>.”

Secondo quanto riporta il comunicato stampa di Fondazione Architetti Firenze: “Cinquant’anni fa l’uomo sbarcava sulla Luna, ieri sera la Luna è ‘sbarcata’ sulla Palazzina Reale. Si è acceso il video artistico realizzato da The Fake Factory che da ieri e fino al prossimo 6 gennaio sarà proiettato tutte le sere sulla superficie esterna del Centro per l’Architettura di piazza Stazione, sede di Ordine e Fondazione Architetti Firenze. Il video, con cui per la prima volta la Palazzina Reale partecipa a ‘F-Light’, ha come protagonista la luna, tema dell’edizione 2019 del Firenze Light Festival, dal titolo ‘Moon F-Light’, ispirato al cinquantesimo anniversario dello sbarco dell’uomo sul satellite.

Tutte le sere (in orario 17.30 – 22) l’edificio e piazza Stazione saranno ‘illuminati’ da questo video, che contribuirà a dare un nuovo volto notturno a tutta la zona. <<Una nuova iniziativa per continuare a fare della Palazzina Reale quel presidio per la sicurezza, la cultura e la socialità di cui la zona della stazione ha bisogno, e che va ad aggiungersi alla tante attività aperte a tutti i cittadini che già vengono organizzate al suo interno e che vogliamo incrementare ancora>>

<<Con questa proiezione artistica accendiamo letteralmente le luci sull’edificio e sull’intera area>>, spiegano Ordine e Fondazione Architetti Firenze, che ormai da tempo hanno l’obiettivo di rendere il Centro per l’Architettura di piazza Stazione un punto di riferimento per la zona e per l’intera città, uno spazio sempre più aperto verso l’esterno attraverso eventi e iniziative, perché l’utilizzo reale e continuo da parte di professionisti e cittadini, un’adeguata accessibilità e un’offerta culturale varia ne facciano un elemento di rivalorizzazione e sicurezza per tutta l’area.”

0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments