Mer 24 Lug 2024

HomeToscanaDiritti🎧 Satis, un numero verde contro la tratta e lo sfruttamento

🎧 Satis, un numero verde contro la tratta e lo sfruttamento

Logo Controradio
www.controradio.it
🎧 Satis, un numero verde contro la tratta e lo sfruttamento
Loading
/

Un numero verde per segnalare le situazioni di sfruttamento. E’ quello diramato nell’ambito del progetto Satis e presentato questa mattina in Regione. I numeri del 2022 parlano chiaro: sono 203 le situazioni di sfruttamento gestite, con 567 chiamate ricevute all’800-600-500.

Satis, promosso dal Comune di Viareggio in collaborazione con la Zona Distretto Versilia e in sinergia con la Regione Toscana, e cofinanziato dal Dipartimento pari opportunità della Presidenza del Consiglio dei ministri e da molti enti locali, si occupa di contrastare i fenomeni di sfruttamento lavorativo, prostituzione e di opporsi alle attività illegali forzate come lo spaccio o i furti per conto terzi, la tratta delle persone.

In 63 casi, come reso noto in una conferenza stampa in Regione a Firenze, con il progetto Satis si è intervenuti per sfruttamento di tipo lavorativo, in 133 è stato chiesto aiuto per sfruttamento sessuale su strada, 5 persone erano vittima di sfruttamento sessuale in appartamento e 2 di matrimoni forzati. In dettaglio coinvolte 135 donne, 61 uomini e 7 trans. Per quanto riguarda i territori a Firenze nel 2022 ci sono state 51 vittime di sfruttamento. Segue Prato con 33 casi e Pisa con 24.

“I casi di tratta e di sfruttamento sono lesivi di ogni principio di dignità umana – ha dichiarato l’assessora regionale alle politiche sociali Serena Spinelli -. Per questo è importante un progetto come questo che interviene laddove i diritti fondamentali di ogni essere umano vengono calpestati”.

“I dati sulle attività del progetto Satis – ha osservato l’assessora regionale al lavoro Alessandra Nardini – ci confermano che per contrastare i fenomeni di tratta e sfruttamento occorre, accanto alla dimensione repressiva, la costruzione di un sistema di protezione verso chi è vittima”. “Il numero verde nasce nel 2011 in Toscana ed è collegato da sempre al sistema nazionale antitratta – ha ricordato Serena Mordini, della segreteria tecnica del coordinamento Satis Toscana -. E’ un centralino h24 a disposizione dell’utenza, delle forze dell’ordine, e delle associazioni”.

Rock Contest 2023 | La Finale

Sopravvissute, storie e testimonianza di chi decide di volercela fare (come e con quali strumenti)