Dom 21 Apr 2024

HomeToscanaCronacaBambina scomparsa, interrogatori in corso. La zia: "C'è una speranza"

Bambina scomparsa, interrogatori in corso. La zia: “C’è una speranza”

Interrogatori a tappeto all’interno dell’ex hotel Astor, ma anche una dichiarazione, quella della zia, che farebbe ben sperare circa il ritrovamento della piccola Kata, la bambina di origine peruviana scomparsa sabato scorso a Firenze.

Rispetto ai giorni scorsi “abbiamo una speranza in più, non posso dire che cosa, ma noi abbiamo questa fede”, questa fiducia. Lo ha detto Elisa Suarez, zia della bambina scomparsa parlando coi giornalisti. “I carabinieri non ci hanno detto ancora nulla di come stanno avanzando – ha aggiunto -, anzi vorremmo sapere di più ma stanno lavorando e vogliono avere la certezza prima di dirci qualcosa”. Quanto a Kathrina, la madre in ospedale per aver ingerito della candeggina, “lei sta male – spiega la cognata – ma ora è stabilizzata in ospedale. L’abbiamo sentita al telefono, dovrebbe restare ricoverata fino a domani alle 5, ma dipende da come si sente, da come i medici la vedono”.

Intanto gli investigatori dei carabinieri stanno interrogando a tappeto tutti gli occupanti che incontrano all’interno dell’ex hotel Astor di Firenze chiedendo se hanno notizie utili a rintracciarela bambina scomparsa da sabato dalla struttura, o altre relative a delineare il contesto di abusivismo in cui la piccola vive. Le forze dell’ordine “sentono tutti, vanno da chi abita ogni camera, li fermano uno a uno”, ha detto una parente della bimba che vive dentro l’ex albergo. gli agenti “entrano a vedere dentro gli alloggi”.

E nell’ambito di questi colloqui gli inquirenti che si occupano della scomparsa della piccola Kata stanno ascoltando anche il fratellino della bambina, che ha 7 anni, per ricostruire le ultime ore prima della sparizione della sorella, avvenuta sabato 10 giugno. Sul caso della piccola si indaga per sequestro di persona a scopo di estorsione, l’inchiesta è coordinata dalla Dda e gli accertamenti sono affidati ai carabinieri. Si sta valutando anche una segnalazione arrivata nelle scorse ore circa un avvistamento a Bologna.

Oltre 20 carabinieri, arrivati poco prima delle 17:30 in via Boccherini a Firenze, sono poi entrati nel condominio al civico 34, a fianco del palazzo occupato dove vive la piccola Kata, per quello che sembra annunciarsi come una perquisizione. I militari, in divisa e in borghese, avrebbero raggiunto i piani superiori dello stabile e anche il cortile.

Rock Contest 2023 | La Finale

"Prenditi cura di me"