Sardine a Firenze riempiono piazza della Repubblica, “siamo 40 mila”

sardine

Alle 18.00 orario del concentramento la piazza era già colma di manifestanti, con cartelli colorati e sardine di ogni tipo. “A Firenze questa sera siamo 40mila, mai cosí tante sardine finora erano scese in piazza. Voi toscani ci avete battuto di brutto”. Lo ha detto Mattia Santori, il primo promotore delle ‘sardine’ a Bologna stasera a Firenze in piazza della Repubblica.

In migliaia a Firenze hanno riempito piazza della Repubblica un’ora prima della manifestazione delle sardine. In attesa dell’inizio del flash mob la folla ha iniziato a cantare ‘Bella Ciao’ e a scandire lo slogan “La Toscana non si Lega”.

 

“C’è chi vuole metterci il cappello ma io ho i capelli lunghi e il cappello mi dà fastidio. Ci hanno affiliato a qualsiasi partito presistente. Ieri Potere al popolo ha fatto un comunicato contro di noi, lesivo della nostra immagine e di Matteo Santori, ideatore del movimento delle sardine. Noi alle provocazioni non rispondiamo. La figura della sardina è evocativa perché non risponde alle provocazioni”. Lo ha detto ai cronisti Danilo Maglio, 20 anni, studente del corso universitario di programmazione degli eventi a Prato, uno dei tre organizzatori della manifestazione delle ‘sardine’ di Firenze, questa sera in piazza della Repubblica.

E’ iniziato molto prima dell’orario in cui era stato fissato il suo via il presidio in piazza della Repubblica a Firenze del ‘popolo’ delle cosiddette Sardine, il movimento di piazza che si richiama ufficialmente ai valori della costituzione e contro il sovranismo. Un numero cospicuo di persone ha iniziato ad esporre cartelli con la sagoma del celebre animale ittico che da’il nome allo stesso movimento popolare oltre che con scritte quali “La Toscana non si Lega” e “Firenze non si Lega, la guerra tra poveri la vincono i ricchi”. “Noi non siamo qui per odiare o contrastare qualcuno ma siamo qui per dire che vogliamo la nostra Costituzione in alto in quelle che sono le decisioni politiche del nostro Paese – racconta Danilo Magli, uno degli esponenti principali del movimento delle Sardine a Firenze -. Siamo qui per dire che la Costituzione ed i suoi ideali devono essere rispettati da tutte le forze politiche. Stiamo chiedendo alla politica di ridarci la qualita’ politica. Siamo stanchi di una dialettica populistica, violenta, offensiva, fatta di meme e di offese lesive. Siamo soprattutto stanchi della matrice sovranita’ di questa dialettica”.

In attesa di numeri ufficiali, gli organizzatori hanno fatto sapere che sono state circa tredicimila le persone che hanno annunciato che oggi sarebbero stati in piazza della Repubblica a manifestare col popolo delle Sardine. “Questa e’ una piazza apartitica come tutto il movimento – ha aggiunto Danilo Magli -. Il fenomeno delle Sardine e’ democratico ed eterogeneo. Noi non stiamo dicendo di votare un partito, stiamo facendo un appello a tutta la politica. Non ci stiamo candidando, questa non e’ propaganda, il nostro e’ un mostrarci per quello che siamo, cioe’ il popolo della Costituzione italiana”.

La diretta di Gimmy Tranquillo

avatar