Lun 26 Feb 2024

HomeToscanaLavoroSalario minimo: il Pd scende in piazza

Salario minimo: il Pd scende in piazza

La “battaglia di giustizia e civiltà” per l’ottenimento del salario minimo, o meglio, per una paga oraria minima per legge pari a 9 euro, continuerà nelle piazze: inizia il tour informativo del Pd in Toscana

Dal 3 agosto il Pd della Toscana partirà con un tour informativo sul salario minimo nei luoghi di aggregazione turistica, nei mercati, alle Feste dell’Unità.

La proposta, avanzata da Pd e M5s, definisce per tutti i rapporti di lavoro il diritto ad un trattamento economico di retribuzione sufficiente, cioè non inferiore al trattamento previsto dai contratti collettivi stipulati dalle organizzazioni datoriali e sindacali, e introduce una soglia minima salariale inderogabile, pari a 9 euro all’ora.

La proposta è stata inizialmente bocciata in Commissione, in funzione alle criticità sottolineati dal CdL. Secondo il resoconto diffuso, la paga oraria minima determinerebbe le seguenti conseguenze:

  1. priverebbe la contrattazione collettiva di quel ruolo di interprete e garante delle esigenze dei lavoratori rispetto ai diversi settori di appartenenza,
  2. risulterebbe essere troppo semplicistica e limitativa rispetto all’effettiva tutela del trattamento economico e normativo dei lavoratori,
  3. sarebbe limitante in quanto non riguarda anche quella componente di lavoratori, i collaboratori domestici, che oggi più faticano a raggiungere una retribuzione dignitosa,
  4. determinerebbe un innalzamento del costo del lavoro a carico delle aziende,
  5. rischierebbe di determinare un effetto  negativo  in quei settori/realtà  aziendali non in grado di assorbire l’incremento retributivo previsto, come nel caso delle cooperative.

Il consenso delle altre opposizioni e soprattutto dei cittadini, ha permesso alla proposta di compiere un passo in avanti, costringendo il governo ad abbandonare la bocciatura prevista in Commissione, e “tirare i remi in barca con la sospensione”.

La proposta per una paga oraria minima per legge è il risultato di un rinnovato protagonismo del Pd che ha trovato il consenso delle altre opposizioni e soprattutto dei cittadini”, ha affermato il deputato Pd Emiliano Fossi; quella per il salario minimo è “una battaglia di giustizia e civiltà, perché sotto i 9 euro l’ora non si può parlare di lavoro, ma di sfruttamento. Una condizione che riguarda più di tre milioni di lavoratrici e lavoratori poveri in Italia, 100mila solo nella nostra Regione”.

Al via, dunque, il tour informativo del Pd: il 3 agosto appuntamento a Viareggio, il 5 a Livorno, il 10 a Cinquale (Massa Carrara), il 19 a Orbetello (Grosseto). Martedì 29 evento conclusivo.

 

 

 

1 commento

I commenti sono chiusi.

Rock Contest 2023 | La Finale

"Prenditi cura di me"

UNA VITA TRA DUE RIVOLUZIONI.