Rimborsati in Toscana 110 ex specializzandi per 3,4 mln euro

ricette

Firmati dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri verso i medici in Toscana che si sono specializzati tra il 1978 e il 2006 senza ricevere il corretto trattamento economico.

Valgono 3,4 milioni di euro, in Toscana, gli assegni di rimborso. L’ iniziativa, che riguarda fin qui 110 medici in regione, è stata illustrata oggi in un convegno a Firenze dal network legale Consulcesi.

“Continuiamo nel nostro lavoro a tutela dei medici specialisti – afferma l’avvocato Marco Tortorella – forti ora anche di un recente e autorevole parere pro veritate che conferma la tesi che abbiamo sempre sostenuto, e cioè che in assenza di sentenze e normative chiare ed univoche sulla posizione dei medici immatricolati dal 1978 in poi, non si è formata la certezza del diritto necessaria per il decorso della prescrizione”.

Dunque, sostiene Consulcesi, spetta al nuovo Parlamento “il compito di individuare finalmente una soluzione normativa per scongiurare un esborso complessivo stimato in oltre 5 miliardi di euro”. Per Federico Gelli (Federsanità Anci) è evidente “che Governo e Parlamento debbano riprendere l’iter per varare una soluzione normativa”.

avatar