Progetto ‘Students4Students’, da gennaio universitari in sostegno bambini fragili

Gli studenti universitari che tendono la mano ai più piccoli per aiutarli a far fronte all’enorme fatica di studiare e fare i compiti in ‘modalità dad’. Nasce con questo obiettivo, nella Fase 1 della pandemia, il progetto ‘Students4Students’ (S4S), ideato dall’associazione ‘Le Mille e Una Rete’.

Con la chiusura delle scuole per il lockdown la scorsa primavera e la conseguente attivazione della didattica a distanza, insegnanti, studenti e famiglie si sono trovati di fronte a una ‘nuova scuola’ e a un nuovo modo di fare lezione, che ha subito fatto emergere numerose criticità. È in quel momento che Alessia De Vescovi e Chiara Robimarga, fondatrici di ‘Le Mille e Una Rete’, hanno deciso di offrire un aiuto concreto a studenti e famiglie, costruendo una rete volontaria di studenti universitari per dare supporto agli alunni lontani da insegnanti e compagni e costretti a fare lezione tra le mura domestiche. Una rete di 50 volontari universitari che nelle intenzioni di Alessia e Chiara è destinata a crescere, magari già dal prossimo mese di gennaio, quando partirà la Fase 2 del progetto ‘Students4Students’ con un focus su alunne e alunni più fragili, rimasti ancora più indietro nel programma scolastico dopo i mesi di didattica a distanza.

Il nuovo servizio, in convenzione con l’università e sostenuto dal Comune, prenderà il via in 5 istituti comprensivi pilota (uno per quartiere scelti in collaborazione con i presidenti dei Quartieri), e coinvolgerà ancora una volta gli studenti delle scuole primaria e secondaria di primo grado. Il tutoraggio degli studenti segnalati dalle scuole, come nella scorsa primavera, sarà ancora a distanza, ma l’obiettivo delle ideatrici è quello, una volta superata l’emergenza per il Covid-19, di trasformare almeno una parte dei tutoraggi in presenza e di coinvolgere, tra i beneficiari, anche gli studenti degli istituti secondari di secondo grado.

“Il Comune di Firenze sostiene convintamente questo bellissimo progetto ideato dall’associazione ‘Le Mille e Una Rete’ – ha detto l’assessore a Educazione e Welfare Sara Funaro -, che sfruttando l’approccio ‘peer-to-peer’ vede impegnati gli studenti universitari per aiutare gli studenti delle scuole primarie e secondarie di primo grado che incontrano difficoltà con la didattica a distanza”. “È per noi una grande soddisfazione annunciare la nuova fase del progetto – ha continuato l’assessore -, che si rivolgerà agli studenti più fragili che in questo periodo difficile per la pandemia, in cui si ricorre spesso alla dad, hanno bisogno, più di sempre, di un aiuto per fare i compiti e studiare”. “Mi auguro che siano tanti gli studenti che aderiranno alla rete – ha aggiunto Sara Funaro -. Spero infatti che la rete degli universitari che mettono il proprio tempo a disposizione degli studenti più in difficoltà cresca sempre di più perché credo molto nell’importanza del sostegno tra ragazzi”.

Tutor e scuole interessate possono contattare l’associazione scrivendo a [email protected] e seguire gli aggiornamenti sulla pagina Facebook di ‘Le Mille e Una Rete’ https://www.facebook.com/lemilleeunarete e sul profilo Instagram https://www.instagram.com/students4students_s4s/

 

0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments