Primo Maggio su Controradio: speciale in diretta “Che fine ha fatto il lavoro?”

rider
MANIFESTAZIONE DI PROTESTA DEI RIDERS Foto Imagoeconomica

Primo Maggio 2021. Se la tua azienda delocalizza, sei un lavoratore in mobilità; se lavori 60 ore a settimana correndo come un razzo, sei un rider; se sei costretto a fare dieci lavori insieme, allora sei flessibile; se lavori a casa tra figli e Dad, sei in smart working. E se dietro c’è la fregatura, c’è modo di dirlo in inglese! Che fine ha fatto il lavoro e come la gestione del Covid l’ha cambiato, interrotto, distorto?

Sabato, dalle 10:30 alle 12:30 sulle FM di Controradio e sui social:  SPECIALE PRIMO MAGGIO.

Con Domenico Guarino e Raffaele Palumbo: interviste, approfondimenti, dirette, testimonianze e un focus sulla vicenda della Bekaert.

Sabato Primo maggio, alle 10:30 ti aspettiamo su Controradio.

Alcune delle iniziative in programma in Toscana:

“L’Italia si cura con il lavoro”: è lo slogan che quest’anno è stato scelto da Cgil, Cisl e Uil per celebrare il Primo Maggio, la Festa dei lavoratori e delle lavoratrici. Il Covid ancora non è stato sconfitto e le conseguenti restrizioni non permettono di celebrare il Primo Maggio nelle modalità tradizionali ma, in questo contesto, Cgil, Cisl, Uil Toscana hanno comunque deciso di tenere viva questa festa, nel rispetto delle normative anti Covid, con la presenza dei tre segretari generali – accompagnati da presìdi unitari – in tre luoghi simbolo del lavoro nella regione. Dalida Angelini, segretaria generale di Cgil Toscana, sarà alle ore 10 davanti all’ospedale San Luca di Lucca (entrata principale in via Lippi Francesconi 556). Riccardo Cerza, segretario generale di Cisl Toscana, sarà alle ore 10 davanti alle acciaierie di Piombino (ingresso della fabbrica Jsw in Largo Caduti sul lavoro, presso il presidio permanente dei lavoratori alla portineria). Annalisa Nocentini, segretaria generale di Uil Toscana, sarà alle 10 davanti al magazzino Amazon Logistics in via Baldanzese a Calenzano, per ribadire il no ad ogni tipo di vecchio e nuovo sfruttamento sul lavoro.

Si Cobas organizza a Prato: “1° maggio alla Texprint”, al presidio dei lavoratori che da tre mesi va avanti davanti ai cancelli della fabbrica. Inizio la mattina alle 11. “Un Primo Maggio – viene spiegato –  in sostegno a chi ha perso il lavoro per aver rivendicato il diritto alla giornata di otto ore”.

Come sindacati di ba­se Cub, Usb, Usi e Cobas, insieme alle organizzazioni politi­che e ai partiti del­la sinistra fiorenti­na il Pr­imo Maggio a Firenze verrà celebrato  in Piazza della San­tissima Annunziata. “Abbiamo scelto Piazza della Santissima Annuziata perché molto ampia e capace di garantire tra i part­ecipanti un distanzi­amento corretto e ne­cessario a tutelare tutte/i dal Covid”, dicono gli organizzatori.

La piazza sarà addob­bata con bandiere e striscioni; si alter­neranno una serie di interventi di realtà lavorative e sulla crisi economica soc­iale, inoltre ci sar­anno dentro la piazza alcuni spettacoli e stacchi musicali autogestiti. Tutto ne­lla sicurezza e nel rispetto delle norme anti-Covid previste.

BICICLETTATA POPOLARE DEL PRIMO MAGGIO
20 km in bicicletta per ribadire che Ambiente, Salute e Lavoro sono Beni Comuni e non merce da scambiare in cambio di profitto!

0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments