Posidonia oceanica: al via il trapianto di 3.000 talee

Posidonia oceanica
OLYMPUS DIGITAL CAMERA

È stato avviato, nel Golfo di Follonica, il trapianto e riposizionamento di circa 3.000 talee nella prateria di Posidonia oceanica, per la realizzazione del nuovo elettrodotto sottomarino che collegherà l’Isola d’Elba (Livorno) alla Toscana. L’area interessata è di oltre 1650 mq.

La Posidonia oceanica è una pianta acquatica tipica del Mediterraneo e ha un ruolo fondamentale per l’ecosistema marino. Ruolo principale della pianta è quello di proteggere la linea di costa dall’erosione, inoltre funziona come habitat per numerosi organismi, animali e vegetali, che trovano al suo interno nutrimento e riparo.

L’intervento di trapianto e riposizionamento della Posidonia oceanica verrà realizzato tramite tecniche che sono state già collaudate con successo in passato. Lo scopo, come spiega Terna, è quello di “perseguire i più elevati standard di sostenibilità ambientale, la fase appena avviata prevede l’espianto delle talee dalla prateria acquatica antistante Piombino (LivornoToscana) e il suo successivo riposizionamento in siti idonei nel Golfo di Follonica. Il processo verrà eseguito con la massima cura da ‘tecnici sub’ biologi che provvederanno a bloccare sul fondale marino i fasci selezionati, inserendoli in apposite cornici reticolate. Al completamento del lavoro di trapianto, che si stima possa durare circa tre mesi, sarà messo in atto un piano di conservazione e di monitoraggio ambientale della durata di dieci anni”.

Lo scopo del monitoraggio, come continua a spiegare Terna, è quello di seguire “non solo l’evoluzione nel tempo del numero dei fasci di Posidonia oceanica nelle aree trapiantate, ma anche le condizioni della pianta e dell’ambiente circostante”.

L’intervento permetterà di poter così raddoppiare le linee di connessione tra il sistema elettrico nazionale e quello dell’isola d’Elba. La costruzione del nuovo elettrodotto, dal costo che ruoterebbe attorno, approssimativamente, ai 90 milioni di euro, sarà lungo circa 37 km. La maggior parte dei quali, ben 34, passeranno sotto il livello del mare.

 

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments